Attualità

Diciotto milioni di euro dal Pnrr per l'Ater: presentati i progetti di riqualificazione degli alloggi popolari nel Pescarese

Il presidente Mario Lattanzio ha presentato i vari progetti di riqualificazione urbana previsti sul territorio cittadino e nell'intera provincia grazie ai fondi arrivati dal Pnrr

Sono diversi e importanti i progetti di riqualificazione che l'Ater di Pescara metterà in campo grazie ai fondi ottenuti con il Pnrr. Si tratta di 18 milioni di euro che arrivernano nelle casse dell'ente e che permetteranno di avviare una serie di lavori sia in città che sul territorio provinciale. L'obiettivo è gestire con una nuova politica in discontinuità rispetto il passato l'edilizia popolare, pensando a nuove forme di socialità urbana e di nuove modalità di abitare, in risposta alle trasformazioni in atto che sia i cambiamenti climatici sia la pandemia hanno evidenziato.

Nell’ambito dei fondi Pnrr l’Ater Pescara propone una serie di interventi di rigenerazione urbana con il recupero degli edifici esistenti; l’obiettivo è quello di migliorare la qualità delle abitazioni esistenti e contemporaneamente aumentare l’offerta non solo abitativa, ma anche dei servizi complementari agli alloggi, mediante la realizzazione di luoghi intermedi tra le abitazioni e lo spazio pubblico esterno, nati dalla riflessione su come le recenti restrizioni imposte dalle misure dell’emergenza sanitaria abbiano modificato il nostro stile di vita e come, inevitabilmente, esse avranno ripercussioni sulle abitazioni e sugli spazi collettivi.

Pensare dunque gli inquilini non più come estranei ma creando nuove forme sociali. Non più “semplici” edifici, ma villaggi caratterizzati da spazi ibridi intermedi, ovvero luoghi di socializzazione, svago e lavoro posizionati tra le abitazioni private e lo spazio pubblico esterno: edifici intesi sia come comunità, sia come luogo fisico, con una nuova strategia sociale da replicare per dar vita a nuove comunità. Sul territorio cittadino saranno investiti 11,8 milioni di euro per i seguenti interventi: recupero e riqualificazione stabile 1 e stabile 2 a Borgo Marino sud per 4,7 milioni di euro; recupero del fabbricato in via Rubicone 2/26 per 5,8 milioni di euro; recupero del fabbricato in viale Alcione per 1,2 milioni di euro.

Sul territorio provinciale gli interventi saranno per 6,8 milioni di euro così distribuiti: Popoli, via dei Tigli n. 17-19 per 2 milioni di euro; Città Sant’Angelo, via Alzano 10 760 mila euro; Città Sant’Angelo, via Alzano 12 per 760 mila euro; Città Sant’Angelo, via Iovine 1-3-5 -importo per 2,2 milioni di euro; Città Sant’Angelo, via Iannucci 1 per 1,1 milioni di euro. A livello tecnico, gli interventi sono finalizzati sia al miglioramento sismico, sia all’efficientamento energetico (realizzazione di cappotto, copertura, infissi, sostituzione caldaie, canne fumarie collettive, fotovoltaico e solare termico), sia all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Tutti gli interventi sono stati prima progettati dall’ufficio tecnico Ater con l’affiancamento di figure professionali specialistiche e poi sono stati esperite le procedure di gare per l’affidamento dei lavori, con anticipo sulle tempistiche dettate dal cronoprogramma dei fondi Pnrr, tale da permettere all’Ater stessa di usufruire di una premialità del 10% sull’ammontare delle risorse stanziate. Il presidente Lattanzio:

"Siamo molto soddisfatti di come sono andate le cose, è un risultato importante. Il nostro lavoro mira senza mezzi termini a ridare dignità ad inquilini che per troppo tempo hanno dovuto convivere con disagi e problematiche. È la prima volta che un ente gestore dell’edilizia pubblica riesce a riqualificare interi quartieri. In sostanza l’edilizia popolare diventa il volano di riqualificazione di quartieri oggi isolati ed abbandonati. Il paradosso, virtuoso, è che una azienda di edilizia popolare riqualifica quartieri che non saranno più popolari. E questo è un valore prezioso"

ater 3

ater 2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diciotto milioni di euro dal Pnrr per l'Ater: presentati i progetti di riqualificazione degli alloggi popolari nel Pescarese
IlPescara è in caricamento