rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

Stop delle centraline per la qualità dell'aria, l'Arta: "Nessun pericolo per la salute dei cittadini e dell'ambiente"

L'Agenzia regionale per la tutela ambientale replica alle critiche sul non funzionamento dovuto al mancato rinnovo di contratto per la manutenzione: "Breve interruzione che non ha comportato alcun rischio"

“Il breve lasso di tempo nel quale sono rimaste spente le centraline per il rilevamento della qualità dell’aria non pregiudica la valutazione del dato ambientale. La complessa modellistica previsionale, di supporto alle attività di Arta, permette infatti all’Agenzia di valutare i dati in suo possesso ed evincere le concentrazioni di inquinanti nell’aria”. L'Agenzia regionale per la tutela dell'ambiente replica così al consigliere regionale Antonio Blasioli (Pd) che nei giorni scorsi aveva denunciato la scadenza del contratto per la gestione delle centraline parlando dei rischi che questo avrebbe comportato. “A tal proposito Arta – prosegue nella sua replica l'Aenzia -, d’intesa con il Cetemps, ha provveduto in questi giorni a pubblicare sul sito dell’Agenzia le mappe giornaliere contenenti le previsioni sulla qualità dell’aria. I modelli matematici simulano il comportamento degli inquinanti al fine di poterne identificare le sorgenti e prevedere azioni efficaci per il miglioramento della qualità dell’aria. Nessun pericolo per la salute dei cittadini, dunque, e nessun pericolo per la salute dell’ambiente. A seguito della breve battuta d’arresto del sistema di monitoraggio della qualità dell’aria, avvenuta per motivi amministrativi non riconducibili alla diretta volontà di Arta Abruzzo, si è preferito interrompere l’attività di rilevamento anche e soprattutto per preservare la preziosa strumentazione che è un bene di proprietà della Regione Abruzzo. Nel contempo, gli uffici di Arta stanno portando a termine tutte le incombenze burocratiche tese a ripristinare, in tempi brevi, le ordinarie attività di manutenzione delle centraline”.

“Per quanto concerne eventuali emergenze, infine – conclude la nota, l’Agenzia può disporre di un mezzo mobile di ultima generazione, equipaggiato con tecnologie all’avanguardia, che può essere utilizzato ogni qualvolta si verifichino eventi che ne richiedano l’impiego. Un laboratorio su ruote attrezzato con strumentazioni in grado di analizzare sul campo eventuali eventi che dovessero alterare le concentrazioni di inquinanti nell’aria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop delle centraline per la qualità dell'aria, l'Arta: "Nessun pericolo per la salute dei cittadini e dell'ambiente"

IlPescara è in caricamento