rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

L'appello di Archeoclub e Pescaratutela al ministro Franceschini: "Situazione insostenibile per i beni culturali abruzzesi e pescaresi"

I presidenti delle due associazioni Giulio De Collibus e Licio Di Biase scrivono nuovamente al Ministro per la questione della gestione del patrimonio culturale ed archeologico nella nostra regione

Una situazione allarmante e inaccettabile in Abruzzo e nel Pescarese per la gestione del patrimonio culturale. A dirlo i presidenti delle associazioni Archeoclub e Pescaratutela Giulio De Collibus e Licio Di Biase, che hanno nuovamente scritto al Ministro Franceschini lanciando un appello affinchè si intervenga subito, a causa dei disservizi e dei problemi che si riscontrano in diversi musei e luoghi simbolo della cultura abruzzese, come il museo Casa D'Annunzio con aperture solo in alcuni giorni e la delusione di turisti e visitatori. Problemi anche a San Clemente a Casauria, con l'abbazia chiusa per un anno e mezzo e riaperta per un breve periodo in estate grazie al contributo della Regione e dell'amministrazione di Castiglione a Casauria, e che ora rischia nuovamente di chiudere i battenti. Problemi anche in altre province:

"Il museo archeologico di Chieti è stato Chiuso nel ponte del 1° novembre, creando dissapori sui social da parte di visitatori che avevano ricevuto garanzie circa la possibilità di far visita ai luoghi in cui c’è il Cavaliere di Capestrano, e invece tutto chiuso.  La Badia Morronese, fiore all’occhiello del patrimonio culturale abruzzese e sede della sovrintendenza dei beni culturali, risulta visitabile a singhiozzo e non nelle festività e nei fine settimana. Il continuo succedersi di pensionamento dei funzionari e di buona parte del personale senza le adeguate sostituzioni lascia sotto organico tutti gli uffici. Tutto ciò comporta gravi conseguenze per i cittadini e per il patrimonio nonostante gli sforzi ed i sacrifici del personale superstite che opera con passione e dedizione."

"Proprio nel momento in cui tutto il paese si appresta ad un rilancio economico dopo la gravissima crisi provocata dalla pandemia, è inaccettabile lasciare sguarniti e chiusi al pubblico quei gioielli artistici ed architettonici che sono fondamentali per il turismo culturale."

I presidenti dunque si rivolgono al ministro e all'assessore regionale D'Amario per uscire da questa inaccettabile situazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello di Archeoclub e Pescaratutela al ministro Franceschini: "Situazione insostenibile per i beni culturali abruzzesi e pescaresi"

IlPescara è in caricamento