menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arance di solidarietà a Pescara a sostegno dei piccoli produttori siciliani e dei popoli del Rojava

Nella nostra città ci saranno mille chili di agrumi contro mafia e sfruttamento di chi coltiva questi frutti

Arance di solidarietà a Pescara. Torna nel capoluogo adriatico l'iniziativa a sostegno dei piccoli produttori siciliani e dei popoli del Rojava.
Nella nostra città ci saranno mille chili di agrumi contro mafia e sfruttamento di chi coltiva questi frutti.

«Nel nostro Paese», fanno sapere gli organizzatori dell'iniziativa, «ogni anno migliaia di schiavi della terra vivono e lavorano in condizioni disumane. Per questo abbiamo deciso di distribuire tramite un canale del tutto autorganizzato gli agrumi di piccoli produttori siciliani tra la pianura di Catania e le prime colline dei Monti Iblei, che ha il suo cuore produttivo nei comuni siracusani di Francofonte, Lentini e Carlentini».

In risposta a tutto questo, anche quest’anno Rifondazione Comunista e i Giovani Comunisti di Pescara hanno deciso di distribuire tramite un canale del tutto auto-organizzato le arance rosse Igp tarocco di Francofonte. Sostenendo i piccoli produttori che privilegiano le produzioni tradizionali, rispettando i cicli ambientali. Per offrire un’alternativa praticabile ai piccoli contadini siciliani, per far capire coi fatti che la soluzione alla crisi non nasce dallo sfruttamento verso chi è più debole ma da solidarietà e cooperazione sociale. Per la resistenza contadina, per contrastare l’accaparramento dei terreni a opera di speculatori e multinazionali.

Mille chili di arance sono in distribuzione fino a oggi, domenica 10 febbraio, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle 15:30 alle 19 in via Tedesco 8.

Oltre a sostenere i piccoli produttori siciliani, il ricavato della vendita sarà destinato alla lotta di liberazione del popolo curdo e dei popoli del Rojava. In particolare a Uiki Onlus e al progetto dell’associazione Ya Basta "Kobane Roots". Il progetto punta alla rimessa in vita di 15mila ulivi presso la città di Kobane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento