MyTutela, presentazione dell'app contro le molestie all'Aterno-Manthonè di Pescara

MyTutela è l’unica applicazione contro le molestie, che ha come finalità quella di aiutare le vittime di abusi, violenza, stalking e bullismo, attraverso la raccolta e l’archiviazione su smartphone di prove (sms, telefonate, email, chat, whatsapp, immagini e video) con valore legale

Si chiama MyTutela ed è un'app contro le molestie che verrà presentata domani, martedì 2 aprile, all'istituto Aterno-Manthonè di Pescara.
MyTutela è l’unica applicazione contro le molestie, che ha come finalità quella di aiutare le vittime di abusi, violenza, stalking e bullismo, attraverso la raccolta e l’archiviazione su smartphone di prove (sms, telefonate, email, chat, whatsapp, immagini e video) con valore legale.

La presentazione ci sarà alle ore 11 nell'aula magna dell'istituto tecnico Aterno-Manthonè, diretto dalla preside Antonella Sanvitale.

All’incontro parteciperanno:

  • Francesco Longobardi, responsabile nazionale enti locali con delega alle aperture degli sportelli istituzionali antiviolenza;
  • Marco Calonzi, Ceo di MyTutela;
  • Alberto Polini e Franca Minnucci, rispettivamente presidente e vice presidente nazionale dell’associazione Mede@;
  • Tiziana Di Gregorio, responsabile nazionale dell’area psicologica Mede@;
  • Daniela Puglisi referente per il bullismo e cyberbullismo dell’Ufficio scolastico provinciale di Pescara.

Interverrà alla presentazione della app e all’inaugurazione dello sportello antiviolenza il rapper montesilvanese Antonio Tagliafierro, in arte An To, autore di brani incentrati sulla tematica sociale del bullismo che sarà accompagnato, nel brano “Ridevano tutti di me”, dalla voce di Massi, un giovane cantante affetto da autismo. La canzone è una storia come tante, tragiche come solo la quotidianità a volte sa essere, il cui riscatto nel videoclip viene tributato in rime rap dalla voce finale di Massi.

L’Associazione nazionale Mede@ è nata per informare sui vari fenomeni di violenza e fornire una consulenza gratuita unita a un’attività di prevenzione di tali casi. A disposizione delle vittime psicologi, avvocati, criminologi pronti a fornire assistenza legale e consulenze atte a valutare il livello di pericolosità degli atti violenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Marsilio annuncia: "Proroga di una settimana della zona rossa per l’Abruzzo"

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Carenza di vitamina D: 10 alimenti per integrarla e rafforzare il sistema immunitario

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

Torna su
IlPescara è in caricamento