rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Attualità

Ancora gatti spariti e uccisi a Fontanelle: la richiesta di aiuto per farli vivere in uno spazio protetto

Katia Di Muzio, attivista degli Animalisti volontari, vuole mettere una casetta in legno in un terreno privato videosorvegliato e dotato di rete di protezione, ma per farlo chiede aiuto ai cittadini e a settembre possibile una nuova manifestazione in centro

La vicenda ha avuto un'eco nazionale tanto che ad intervenire per condannare la baby gang ritenuta responsabile, era stato il leader del Carroccio Matteo Salvini. L'Aidaa, da parte sua, aveva offerto una taglia da 3mila euro a chiunque avesse permesso di trovare i responsabili. A Pescara ampia era stata la mobilitazione e l'indignazione con una fiaccolata partecipata che aveva attraversato il quartiere Fontanelle. Fiaccolata cui presero parte anche il vicepresidente del consiglio regionale Domenico Pettinari e il consigliere regionale Antonio Blasioli: era il 18 giugno. A quella fiaccolata le associazioni presenti avevano lamentato l'assenza di esponenti dell'amministrazione, ma questa da parte sua, l'impegno lo aveva preso con l'approvazione in consiglio comunale della richiesta rivolta al sindaco per un impegno al contrasto del fenomeno della violenza sugli animali. Persino il questore Luigi Liguori era intervenuto invitando cittadini e associazioni a denunciare perché con una denuncia le forze dell'ordine possono agire. Eppure in via Caduti per Servizio, nel quartiere Fontanelle, nulla è cambiato e a quanto pare i gatti continuano a sparire e morire.

Almeno quattro quelli scomparsi da quando la vicenda è diventata pubblica e due quelli trovati morti negli ultimi tre giorni. Uno dei due, spiegano gli Animalisti volontari Pescara e una delle loro attiviste Katia Di Muzio, è stato avvelenato, l'altro potrebbe essere anche stato investito, ma con la denuncia fatta ora vogliono capire se volontariamente vista l'enorme quantità di sangue da cui era circondato l'animale. A dare una risposta potrebbero essere le videocamere di sorveglianza.

Il timore che “i pochi rimasti”, sottolinea Di Muzio che proprio per conto dell'associazione si occupa della colonia felina della zona, l'ha spinta a cercare una soluzione drastica: mettere i gatti in sicurezza in un pezzo di terreno con le telecamere. Insomma, toglierli dalla strada. Strade tra l'altro, denuncia, buie. “Per tornare a casa devo tenere alti i fari dell'auto”, spiega Di Muzio parlando in particolare delle vie che attraversano la zona. “Ieri mi ha aggredita un pitbull lasciato libero, mi ha solo strappato i pantaloni. Io no ho paura dei cani – aggiunge -, ma se fosse stato un bambino?”. L'appello in questo caso è a chi di dovere perché illumini le strade dando maggiore sicurezza ai cittadini.

Per quanto riguarda i gatti, invece, per toglierli dalla strada la Di Muzio, così come pubblicato anche sul profilo facebook degli Animalisti volontari, vorrebbe realizzare una sorta con l'installazione di una casetta per i gatti dotata di rete di protezione. La richiesta di aiuto lanciata è quella per un sostegno economico all'acquisto (2.500 la spesa ipotizzata), ma anche se ci fosse chi ne ha una di cui liberarsi andrebbe bene, sottolinea. Nel caso in cui si dovesse procedere all'acquisto, assicura, ogni spesa sarà tracciata (per donazioni tramite paypal dimuziokatia@gmail.com). “Preferisco vederli vivere e morire in uno spazio definito piuttosto ritrovati trucidati o carbonizzati”, chiosa. Insomma che sia un acquisto, che sia qualcuno che si propone per realizzarla quella casetta e anche la rete di protezione o ci sia qualcuno che ne ha una da donare,  ogni soluzione per mettere in sicurezza i gatti di via Caduti per Servizio è ben accetta dalla Di Muzio.

Sul tema né lei né l'associazione vogliano casa il silenzio e per questo, spiega la presidente degli Animalisti volontari Maria Luisa D'Olimpio, si sta pensando ad una nuova manifestazione a settembre da tenere però sotto il Comune o comunque in centro, spiega Di Muzio. “Magari molti hanno paura di venire in periferia, speriamo che spostandoci la partecipazione possa essere il più ampia possibile”, conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora gatti spariti e uccisi a Fontanelle: la richiesta di aiuto per farli vivere in uno spazio protetto

IlPescara è in caricamento