Coronavirus, l'analisi dei medici internisti ospedalieri: "In Abruzzo 65 focolai, indice contagio oltre soglia di allarme"

A rivelarlo è un'indagine condotta dalla Fadoi, la federazione medici internisti ospedalieri che hanno rielaborato i dati del ministero della Salute

L'incidenza dei casi di contagio da Covid-19 (Coronavirus) ogni 100 mila abitanti in Abruzzo è passato da 1,91 casi nella settimana tra il 29 giugno e il 5 luglio a 21,67 casi tra il 14 e il 20 settembre.  
A rivelarlo è un'indagine condotta dalla Fadoi, la federazione medici internisti ospedalieri che hanno rielaborato i dati del ministero della Salute.

Dunque, come segnala il Fadoi, l'indice di contagiosità ovvero l'R con t, è salito da 0,7 a 1,26 dunque al di sopra della soglia di sicurezza stabilita in 1.

La federazione dei medici internisti inotre sottolinea come i focolai attivi a inizio estate fossero 2, mentre ora sono saliti a 65, dei quali 18 nell’ultima settimana. La Federazione ricorda anche come nella nostra regione ci sia il fattore popolazione “fragile”: in Abruzzo infatti il 24% degli abitanti è over 65 anni, e di questi il 42% con una o più malattie croniche ed il 24% con due o più malattie croniche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In attesa di comprendere quanto possa incidere la riapertura delle scuole sull’andamento dell’epidemia da Covid-19, la Fadoi indica anche che, una delle armi più efficaci per arginare la diffusione del virus resta il contact tracing: «Nonostante il forte aumento dei casi e quindi dei contatti da tracciare e isolare per ciascun nuovo positivo, i “cacciatori di virus” delle Asl addetti al contact tracing sono riusciti a far partire il tracciamento dei contatti a rischio nel 100% dei casi. E questo con solo 0,8 addetti al tracciamento per 10mila abitanti, dotazione sotto lo standard minimo di riferimento che è di uno. Il rovescio della medaglia è che per 34 positivi accertati sui 168 della settimana non si è riusciti a risalire all’origine del contagio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vigilessa di Pescara Monica Campoli protagonista a "Forum" [VIDEO]

  • Il Lotto premia l'Abruzzo: grande vincita ad Avezzano

  • Nuovo Dpcm, scatta la protesta a Pescara: corteo da piazza Muzii fino al Comune

  • SuperEnalotto bacia l'Abruzzo con una maxi vincita: centrato il "5" da 100.375,95 euro

  • Coronavirus, Marsilio sulle possibili chiusure in Abruzzo: "Non lo escludo ma si lavora giorno per giorno"

  • Maxi frode e corruzione all'Uoc di Cardiochirugia di Chieti: arresti anche a Pescara

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento