Attualità

Amnesty International sul pestaggio allo studente omosessuale: "Massima solidarietà, atto di violenza contro la libertà"

Il responsabile della sezione Abruzzo - Molise condanna il grave episodio avvenuto la notte del 25 giugno scorso a Pescara

Anche Amnesty International Abruzzo Molise condanna duramente l'episodio di violenza avvenuto la notte del 25 giugno quando uno studente molisano omosessuale è stato pestato a sangue da un branco di 7 giovani in centro a Pescara. Il ragazzo, lo ricordiamo, è stato ricoverato in ospedale e sottoposto ad intervento chirurgico alla mascella, mentre i responsabili all'arrivo dei carabinieri si sono dati alla fuga.

GIOVANE OMOSESSUALE PESTATO A PESCARA

L'associazione ricorda che si tratta dell'ultimo di una serie di gravi episodi di omofobia avvenuti a Pescara, proprio durante il Pride Week organizzato dall'Abruzzo Pride.

Amnesty International condanna ogni atto di violenza che sia contro la libertà e la dignità di un essere umano, e questo spiacevole episodio non può che essere considerato tale. Ogni persona dovrebbe infatti essere e sentirsi libera di affermare la propria identità ed a questo devono contribuire tanto le autorità quanto la società civile.

Il responsabile locale Labricciosa aggiunge che non bisogna essere parte in causa per sostenere la causa, ed ogni ingiustizia va condannata ed ognuno dovrebbe fare la propria parte prendendo posizione per innescare il cambiamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amnesty International sul pestaggio allo studente omosessuale: "Massima solidarietà, atto di violenza contro la libertà"

IlPescara è in caricamento