Amianto nel nuovo ospedale Covid, la Asl: "Nessun rischio, situazione nota da anni e sotto controllo"

A dirlo è la Asl di Pescara che replica a quanto denunciato da Pettinari sabato scorso circa rischi per la salute vista la presenza di amianto nella struttura ospedaliera

Nessun rischio per l'incolumità pubblica perché la situazione segnalata dal vice presidente del consiglio regionale, Domenico Pettinari del Movimento 5 Stelle, relativa alla presenza di amianto nei pannelli esterni del nuovo ospedale Covid, «è nota da anni ed è sotto controllo».
A dirlo è la Asl di Pescara che replica a quanto denunciato da Pettinari sabato scorso circa rischi per la salute vista la presenza di amianto nella struttura ospedaliera. 

Come si legge in una nota dell'azienda sanitaria locale, «il rivestimento esterno della palazzina conosciuta come “ex Ivap” è costituito da pannellature al cui interno è contenuto amianto, del tipo crisolito. Come accertato in più occasioni, trattasi di materiale opportunamente confinato (tecnicamente incapsulato) e pertanto non costituisce pericolo per l’ambiente e le persone. Come prevede la legge, fino a quando non sarà rimosso, la Asl ha stilato uno specifico programma di monitoraggio  e custodia ai fini del controllo e la vigilanza sull’amianto. Si precisa comunque che i lavori per la realizzazione del Covid Hospital non hanno interessato le pareti esterne dell’edificio: si sono dovuti rimuovere solamente alcuni pannelli esterni per far passare le tubazioni di scarico e le relative operazioni sono avvenute nel rispetto delle procedure previste dalla legge e con l’autorizzazione del dipartimento di prevenzione della Asl».

La Asl aggiunge anche si è già attivata per il reperimento di finanziamenti per la rimozione dell’amianto dalle pannellature esterne dell’edificio “ex Ivap”, anche al fine di migliorare le prestazioni energetiche del fabbricato e ottenere risparmi energetici rilevanti. Ottenuti i finanziamenti, la Asl provvederà ad eseguire la rimozione dell’amianto dalla facciata dell’edificio, rimozione che potrà essere operata in piena sicurezza per gli utenti e gli operatori, trattandosi di operazioni che si svolgeranno all’esterno del fabbricato.

La Asl pescarese replica anche per l’inagibilità delle scale antincendio segnalando che «i lavori di realizzazione del Covid Hospital sono stati effettuati nel rispetto della normativa antincendio prevista per la fase di emergenza; in particolare, in questa fase, si è intervenuti realizzando una serie di misure compensative che giustificano la mancata sostituzione della scala di emergenza esterna. Le misure adottate sono state oggetto di valutazione e sopralluogo del comando provinciale dei vigili del fuoco che ne ha preso atto e le ha condivise». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ultimo punto chiarito dall'azienda sanitaria locale è quello relativo agli ingombri dei letti di degenza: «Si conferma che gli stessi sono compatibili con il montalettighe che era presente nell’edificio e che è stato rimesso in funzione. Comunque per migliorare i trasferimenti verticali è in fase di realizzazione (sarà completato entro 10 giorni ) un montalettighe moderno, con dimensioni della cabina interna maggiore rispetto a quello attualmente in uso». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno scambio di sguardi e c'è il colpo di fulmine, l'appello di una ragazza pescarese alla ricerca del suo principe azzurro

  • Arriva a Pescara per il matrimonio della sorella ma scopre di essere ricercato: fermato all'aeroporto

  • Gli auguri di Pep Guardiola e Manuel Estiarte ad un commerciante di abbigliamento di Pescara [VIDEO]

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Studente chiama la polizia per un furto in casa, ma gli agenti trovano 6 chili di droga nella stanza del coinquilino [FOTO]

  • Acerbo aggiorna sulle sue condizioni di salute: "Le cose vanno molto meglio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento