menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asfalto rifatto in modo errato: allagamenti continui fra via Gran Sasso e via Valle Roveto

Residenti esasperati per la situazione che ormai va avanti da oltre due anni, con il consigliere comunale Cremonese che ha effettuato un sopralluogo sul posto

Allagamenti continui, anche in caso di piogge non eccessive, e danni e disagi per i residenti di via Gran Sasso e via Valle Roveto, esasperati da una situazione che va avanti da due anni e che, secondo gli stessi cittadini, sarebbe causata dal rifacimento errato dell'asfalto dopo l'apertura del Ponte Flaiano.

Sul posto, il consigliere comunale Cremonese ha effettuato un sopralluogo per ascoltare le lamentele dei residenti che, oltre agli evidenti pericoli soprattutto per bambini ed anziani, hanno dovuto sopportare spese per i danni causati dall'accumulo di acqua che, in alcuni androni e scantinati ha superato il mezzo metro d'altezza come raccontano:

La pericolosità è data anche dal fatto – precisa la Signora Maria – che gli allagamenti negli androni hanno spesso sfiorato i contatori della luce e gli ascensori. I tombini sono perennemente intasati e farli spurgare, anche privatamente, è servito a ben poco. Le problematiche che si determinano sono tante, non ultima quella della grande difficoltà di affittare i locali, chiunque venga a visionarli rinuncia proprio per queste ragioni. Il risultato : locali vuoti , nonostante la zona sia in evoluzione e a due passi da Corso Vittorio.

Ovviamente non siamo rimasti inermi attraverso il nostro amministratore di condominio sono state inviate numerose email agli uffici comunali competenti, abbiamo raccolto le firme per una unanime petizione consegnata in Comune. I tecnici giunti per un sopralluogo, però hanno deviato l’origine del problema. Hanno sostenuto, infatti, che il problema non sia dovuto dall’asfalto ma dal mal posizionamento di una saracinesca alla foce del fiume Pescara. Eppure prima di quell’asfalto non usavamo gli stivali per tentare di uscire da casa

Una donna racconta che addirittura in due episodi non è potuta uscire di casa per l'acqua che si era accumulata davanti l'ingresso della sua abitazione. Cremonese ha parlato di soldi pubblici sprecati e di una situazione inaccettabile, garantendo il suo impegno per convocare l'ufficio tecnico di competenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento