rotate-mobile
Attualità Loreto aprutino

Le donne di Loreto accendono l'albero di Natale della ripartenza realizzato con decorazioni fatte all'uncinetto

L'originale albero di Natale è stato posizionato in piazza Garibaldi questa mattina, sabato 4 dicembre

Ha finalmente acceso le sue luci in piazza Garibaldi l’albero della ripartenza realizzato dalle donne di Loreto Aprutino.
Il simbolo del Natale, quest’anno, nel centro vestino sarà addobbato esclusivamente da decorazioni coloratissime in tessuto, realizzate all’uncinetto da un gruppo di cinquanta donne loretesi, le “signore uncinettine”, che hanno lavorato “insieme” durante i giorni del lockdown, nel 2020.

Misure imponenti: due metri e mezzo di diametro per sei metri di altezza, l’albero è interamente ricoperto da 1300 “granny square”, ovvero mattonelle all’uncinetto.

Ognuna delle partecipanti ha realizzato, con le proprie mani, tanti piccoli tasselli del grande puzzle. Un modo per restare in contatto – in modo virtuale – e svolgere un’opera collettiva che ha permesso alle artiste loretesi di vivere i giorni della “reclusione” causata dall’esplosione della pandemia in socialità e allegria. Per completare il tutto è servito un anno di lavoro. Per questo, l’albero ha ricevuto subito il soprannome di “albero della ripartenza”. Inizialmente l’opera sarebbe dovuta servire per le festività dell’anno scorso, ma la situazione generale era ancora molto precaria e per questo il debutto è stato posticipato alle feste di quest’anno.

«Quello di Loreto Aprutino si aggiunge ai trentasei alberi di Natale realizzati all’uncinetto in Italia e nel resto d’Europa. Il progetto è nato a Trivento, in Molise, e ha poi contagiato tante altre città. L’obiettivo era quello di colorare spazi urbani per poterne esaltare ogni aspetto. E’ stata un’esperienza bellissima durante quei tristi mesi invernali del 2020 in cui il Covid ci ha tenuto lontani dai rapporti sociali», le parole dell’assessore comunale Maria Mascioli, anche lei nel gruppo delle “uncinettine” che hanno partecipato al lavoro, «un’idea nata per caso su Facebook e supportata dall’amministrazione comunale, che si è lasciata coinvolgere per dare un supporto economico. A me piace lavorare all'uncinetto, il progetto è stato un ottimo motivo per ricominciare a praticare questo hobby. Il nostro gruppo whatshapp è stato un vero “filo” che ci ha unite nel momento di grande difficoltà che stavamo vivendo. Abbiamo realizzato più di tremila mattonelle all'uncinetto che ci permetteranno di abbellire, oltre all’albero, anche vicoli, facciate, piazzette e fontane del nostro centro. Addobberemo anche una pianta con tanti fiocchi quanti sono i bimbi nati in questo 2021 segnato da tanta tristezza e dolore: sarà l'albero dei bambini, simbolo di gioia e vita».

Le “signore uncinettine” di Loreto sono: Acciavatti Micaela e Manuela, Acerbo Adriana, Buccella Annarita, Cantagallo Antonietta, Chiappini Cinzia, Chiavaroli Daniela e Francesca, Cocchini Maria Pia, Cocciasecca Clara, Crocetta Elda, D’Andragora Annalisa, D’Annunzio Cinzia, Delle Monache Sandra, Di Blasio Sonia, Di Claudio Catia, Di Giorgio Carmelita e Patrizia, Di Giosaffatte Maria Teresa, Di Gregorio Emiliana, Di Martile Antonella, Di Remigio Simona, Di Silvestre Clementina, Giampietro Elisa e Gabriella, Giovanetti Fiorella, Maggiorino Antonella, Mergiotti Lidia, Nobilio Stefania, Patricelli Concetta, Parlione Lucia, Pavone Anna, Pompante Stefania, Sestili Rita, Valentini Giuliana e Viviana, Tafi Graziella, Facchini Patrizia.

Un motivo in più per visitare Loreto Aprutino durante le festività natalizie e approfittare di arte, paesaggio e sublimi prodotti enogastronomici offerti dal centro vestino e dal suo borgo medievale.

albero natale loreto aprutino merletti-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le donne di Loreto accendono l'albero di Natale della ripartenza realizzato con decorazioni fatte all'uncinetto

IlPescara è in caricamento