Attualità

Gli studenti dell'Alberghiero De Cecco a lezione di turismo post Covid con la camera di commercio

Gli studenti dell'istituto superiore pescarese hanno incontrato i vertici e professionisti della camera di commercio

Un incontro per parlare del turismo post Covid e dei pilastri che andranno a rappresentare il traino per la ripresa del settore in Abruzzo, ovvero enogastronomia, arte e ambiente. Gli studenti dell'Alberghiero De Cecco hanno incontrato i rappresentati e professionisti della camera di commercio Chieti - Pescara come ha spiegato la dirigente scolastica Di Pietro al termine dell'incontro formativo per i ragazzi dell'accoglienza turistica.

Coordinati dalla professoressa Rossella Cioppi, erano preresenti Tosca Chersich dirigente dell'area promozione e sviluppo del territorio della camera di commercio Chieti-Pescara con Lorenzo Ruggiero, Raffaella Cordisco, storica dell’arte e ducatore nuseale componente della Fondazione ‘Paparella-Treccia’, lo street artist e pittore Marco Lullo-alias Raul 33, e Filomena Spagnoli, coordinatore di educazione ambientale della cooperativa ‘Il Bosso’ con Marta Picella.

L'incontro fra parte del percorso di orientamento alternanza scuola - lavoro, con i ragazzi che si sono confrontati con il mondo della qualità e competenza nell'ospitalità e accoglienza, potenziando il marketing digitale e valorizzando i nuovi trend emergenti sul fronte della domanda turistica. Tosca Cherisch ha aggiunto:

“Il primo dato che forniamo agli studenti è che sicuramente i principali attrattori turistici dell’Abruzzo sono l’enogastronomia e l’arte, prim’ancora dell’ambiente, avvalorando con forza le scelte formative dell’istituto alberghiero, focalizzate sulle tipicità, le peculiarità, la stagionalità, della nostra cucina e sulla cultura dell’accoglienza, ambiti che sicuramente oggi sono in grave sofferenza a causa dell’emergenza sanitaria, ma che presto torneranno a offrire ampi sbocchi professionali quali protagonisti della ripartenza”.

La storica dell'arte Cordisco ha presentato un viaggio virtuale per presentare il museo della fondazione Paparella Treccia, mentre lo street artist Raul 33 di origini pescaresi ma ormai cittadino del mondo ha parlato
agli studenti di arte, viaggi, energia, sogni, passione e libertà di esprimere se stessi senza timore. La Di Pietro ha concluso:

Sicuramente  questa è la scuola che amiamo, viva, motivante, innovativa, coinvolgente, aperta al mondo in cui docenti bravi e competenti, a partire dalla professoressa Cioppi, referente del laboratorio ‘Itinerando’, trasmettono ai nostri studenti il gusto e la passione per la conoscenza

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti dell'Alberghiero De Cecco a lezione di turismo post Covid con la camera di commercio

IlPescara è in caricamento