"La vita in diretta" in collegamento da Pescara per la vicenda del 18enne aggredito a Lanciano

L'inviato Max Franceschelli ha intervistato oggi pomeriggio la dottoressa Rosamaria Zocaro, direttrice dell'unità operativa complessa di terapia intensiva, anestesiologia e terapia del dolore

A due giorni di distanza la trasmissione televisiva "La vita in diretta", su Raiuno, è tornata a occuparsi della vicenda di Giuseppe, il 18enne di Lanciano aggredito lo scorso fine settimana da un gruppo di cinque ragazzi sulla zona binari dell'ex stazione Sangritana, a Lanciano.

Il giovane ora è in coma farmacologico, ricoverato nel reparto di Rianimazione all’ospedale di Pescara. Ed è proprio dal piazzale antistante il nosocomio "Spirito Santo" che oggi pomeriggio l'inviato Max Franceschelli si è collegato con il conduttore Alberto Matano.

Franceschelli ha intervistato la dottoressa Rosamaria Zocaro, direttrice dell'unità operativa complessa di terapia intensiva, anestesiologia e terapia del dolore, per avere aggiornamenti sulle condizioni di salute del giovane, che secondo quanto emerso sarebbe stato aggredito da un 13enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

Torna su
IlPescara è in caricamento