menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guardie giurate aggredite in ospedale, l'Ugl torna a chiedere un incontro al prefetto

Il sindacato vuole incontrare prefetto, Questura e Asl per affrontare il tema della sicurezza allo "Spirito Santo" visto che spesso di verificano aggressioni nei confronti di chi opera al suo interno

La nuova aggressione subita sabato da due guardie giurate, dell'istituto di vigilanza Aquila, nell'ospedale di Pescara porta il sindacato Ugl a chiedere nuovamente un incontro al prefetto per discutere della questione sicurezza all'interno dello "Spirito Santo".
Come spiega il segretario Fabio Urbini, a oggi non c'è nemmeno stato l'incontro con la Asl, richiesto per vaccinare i dipendenti in servizio nelle Ausl e la fornitura di guanti anti taglio e un protocollo ufficiale da seguire.

Ospedale Pescara: aspirante suicida picchia e ferisce due guardie giurate

«Visto che a oggi», si legge nella nota del sindacato, «non c’è stato seguito alla richiesta di incontro inoltrata al prefetto di Pescara, siamo a richiedere con urgenza un incontro che coinvolga anche la Questura e la Ausl per verificare quanto sta succedendo all’ospedale di Pescara che quotidianamente vede medici, infermieri e guardie giurate farsi refertare per le aggressioni subite all’interno dello stesso». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento