rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Attualità Manoppello

Prosegue a Manoppello la storia di Adelmo Di Pentima che fa il barbiere da 72 anni

Il sindaco Giorgio De Luca elogia nuovamente lo storico barbiere che ha iniziato a lavorare nel lontano 1950 all'età di 13 anni

Sono passati ormai 72 anni da quel lontano 4 febbraio 1950 giorno nel quale Adelmo Di Pentima, storico barbiere di Manoppello, fu mandato a bottega per apprendere il mestiere del  barbiere.
Aveva solo 13 anni e da allora la sua dedizione al lavoro non si è mai sopita.

E oggi, a quasi 85 anni, Adelmo continua ogni mattina ad aprire il suo salone in via XX Settembre.

«Riservato, corretto, puntuale, elegante», ricorda il sindaco Giorgio De Luca, «il nostro Adelmo è un esempio di abnegazione al lavoro e passione. A lui gli auguri della nostra comunità per questa ricorrenza speciale, mentre siamo in attesa che l’istruttoria per la concessione del cavalierato dell’ordine al merito della Repubblica Italiana, avviata lo scorso anno, possa concludersi presto. Barbiere storico, amato e apprezzato dai manoppellesi, e non solo, che ha all’attivo 53 anni di ininterrotta attività professionale in proprio nel comune di Manoppello, Adelmo Di Pentima interpreta per storia personale e imprenditoriale i valori e i principi cui si ispira l’importante decorazione».

Nato ad Alanno il 28 agosto del 1937, Di Pentima risiede a Manoppello dove c’è anche la sua attività: è noto a tutti come il barbiere con la cravatta, che indossa sempre sotto il grembiule da lavoro. Inizia a esercitare la professione a 13 anni, quando i genitori lo “mandano a bottega” da un barbiere di Scafa. Comincerà così a conoscere i segreti di una professione che continua a svolgere con passione e che neppure l’emergenza sanitaria ha scalfito. Adelmo Di Pentima ha infatti continuato a svolgere il suo lavoro l’entusiasmo anche in questi anni di pandemia adeguandosi alle normative previste per il contenimento del virus negli pubblici esercizi. Come tanti abruzzesi, Di Pentima ha conosciuto anche l’esperienza dell’emigrazione da Sud a Nord della Penisola. Nel 1961 si trasferisce nel Milanese dove lavora prima come operaio, poi come guardia giurata, senza mai interrompere il mestiere di barbiere che continua a svolgere nel tempo libero. Tornato in Abruzzo, riprende l’amato lavoro di barbiere, professione che continua a svolgere ininterrottamente a Manoppello dal 17 marzo 1969 a tutt’oggi.

Nel corso della sua carriera professionale, Di Pentima frequenta diversi corsi di aggiornamento, fonda una scuola privata di acconciatori e nel 1998 ottiene il diploma di “Maestro d’Arte Insegnante ad Honorem” dalla Scuola Artistica Acconciatori Maschili (Saami). Il 15 dicembre del 2002 in occasione del XXII concorso per la premiazione della Fedeltà al Lavoro e del Progresso economico gli viene conferito dalla Camera di Commercio di Pescara il “Diploma di Benemerenza con medaglia d’oro per 33 anni di ininterrotta attività come barbiere”. Il locale di via XX Settembre a Manoppello Scalo che ospita la barberia di Di Pentima è sempre lo stesso dal 1973, da ben 49 anni.

adelmo di pentima con il sindaco di manoppello giorgio de luca-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prosegue a Manoppello la storia di Adelmo Di Pentima che fa il barbiere da 72 anni

IlPescara è in caricamento