rotate-mobile
Attualità

Accoglienza dei cittadini ucraini, nuovo invito del prefetto ai sindaci per dare sostegno concreto

Il prefetto di Pescara, Giancarlo Di Vincenzo, rinnova l'invito ai sindaci a stipulare accordi collaborazione con la Prefettura in modo da estendere la rete di accoglienza istituzionale dei cittadini ucraini

Stipulare accordi collaborazione con la prefettura in modo da estendere la rete di accoglienza istituzionale dei cittadini ucraini secondo la disciplina dei centri di accoglienza straordinaria (Cas).
Questo l'invito che, per l'ennesima volta, il prefetto di Pescara, Giancarlo Di Vincenzo, rivolge ai sindaci della provincia. 

«Devo ringraziare il sindaco di Penne perchè grazie all’accordo stipulato è stato possibile ampliare di ulteriori 40 posti la rete dei Cas di questa provincia», dice Di Vincenzo, «da parte degli altri sindaci registro una disponibilità di massima, ma che non si traduce in risultati concreti. Grazie anche a quei cittadini che con diverse modalità hanno dimostrato generosità e vicinanza nei confronti degli ucraini, ma è l’accoglienza istituzionale che denota la capacità di un territorio di accogliere e di gestire un fenomeno come quello che stiamo vivendo. Auspico quindi che il mio ennesimo invito venga raccolto dai sindaci in modo da poter ampliare la rete dei posti dei Cas a disposizione dei cittadini ucraini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza dei cittadini ucraini, nuovo invito del prefetto ai sindaci per dare sostegno concreto

IlPescara è in caricamento