rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità

Firmata l'ordinanza dal Ministro Speranza: l'Abruzzo in zona gialla

L'ordinanza prevede l'entrata in zona gialla a partire da lunedì 10 gennaio per quattro regioni: Abruzzo, Valle d'Aosta, Toscana ed Emilia Romagna

Come ampiamente previsto e anticipato negli ultimi giorni, considerando l'andamento della pandemia nella nostra regione, l'Abruzzo sarà in zona gialla a partire da lunedì 10 gennaio. Il Ministro Roberto Speranza infatti, come riporta Ansa, ha firmato la relativa ordinanza che dispone il passaggio di colore per quattro regioni: Toscana, Emilia Romagna, Abruzzo e Valle d'Aosta. Complessivamente diventano dunque 15 le regioni e province autonome in zona gialla sul territorio nazionale.

A livello nazionale, i dati forniti dal consueto report settimanale dell'Iss certificano una situazione in costante peggioramento sul fronte dei contagi e della pressione ospedaliera, come ha dichiarato il presidente dell'istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro:

"C'è una crescita dei casi Covid soprattutto nella fascia d'età 20-29 anni, seguita da quella 10-19 e 30-39, ma cominciano ad essere coinvolte anche le fasce d'età più avanzate e questo è un elemento su cui occorre particolare precauzione. C'è stato invece un rallentamento della crescita della curva tra i 5 e 11 anni ma c'è comunque la necessità di ricoveri ospedalieri anche per la fascia sotto i 19 anni". 

Ricordiamo che in zona gialla scatta l'obbligo di mascherina all'aperto anche se molti comuni del territorio abruzzese avevano già da prima di Natale anticipato questa misura. Confermato l'obbligo di green pass per i mezzi pubblici urbani ed extraurbani. Sugli spostamenti non vi sono modifiche o restrizioni e dunque è consentito uscire liberamente dal proprio comune dalla propria regione. Nessuna restrizione particolare per negozi e centri commerciali tenendo sempre conto delle nuove misure messe in campo dal Governo con gli ultimi decreti per arginare l'ondata di contagi dovuta soprattutto alla variante Omicron. Nei ristoranti il numero massimo di persone per ogni tavolo è fissato a 4.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firmata l'ordinanza dal Ministro Speranza: l'Abruzzo in zona gialla

IlPescara è in caricamento