L'Abruzzo è fra le 12 regioni che superano il 40% di ricoveri per pazienti Covid

Il dato aggiornato alla giornata di ieri è stato fornito dall'Agenas, l'agenzia per i servizi sanitari regionali. Situazione meno critica invece per le terapie intensive

Anche l'Abruzzo è fra le regioni indicate dall'Agenas, l'agenzia per i servizi sanitari regionali, dove si sta vivendo una situazione critica sul fronte dei ricoveri di pazienti Covid. La nostra regione, infatti, è arrivata oltre la soglia critica del 40% dei ricoveri di pazienti positivi al Coronavirus, con il 41% all'11 novembre. La graduale saturazione ha portato quindi all'utilizzo di posti letto per pazienti Covid che dovrebbero essere dedicati a pazienti con altre patologie.

Le altre regioni sono: Campania (50%), Emilia Romagna (56%), Lazio (47%), Liguria (70%), Lombardia (75%), Marche (55%), Provincia Autonoma di Bolzano (99%), Provincia Autonoma di Trento (59%), Piemonte (92%), Umbria (52%) e Valle d'Aosta (85%). Puglia (40%.)

Per le terapie intensive, invece, l'Abruzzo non registra ancora una situazione d'affanno: qui il limite è fissato al 30% dei letti occupati da pazienti Covid, e sono 10 le regioni che sono invece già in difficoltà, fra cui il Piemonte al 48% (il 10 novembre aveva toccato il 56%), Bolzano (48%), Umbria (54%) e Valle D'Aosta (57%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abruzzo zona rossa: ecco l'elenco delle attività che rimarranno aperte

  • Arriva da Montesilvano il primo gel igienizzante per le mani multiuso al 98% naturale

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

Torna su
IlPescara è in caricamento