rotate-mobile
Attualità

L'Abruzzo ospita attualmente oltre 4.100 profughi ucraini: sono il 3,2% del totale nazionale

Lo ha reso noto il Cresa, il Centro Studi dell'Agenzia per lo Sviluppo assieme all'azienda speciale della camera di commercio del Gran Sasso d'Italia

Sono 4.123, in Abruzzo, i profughi ucraini presenti sul territorio regionale che hanno presentato richiesta di permesso di soggiorno per protezione temporanea. Lo si apprende dai dati diffusi dal Cresa, il Centro Studi dell'Agenzia per lo Sviluppo, assieme all'azienda speciale della camera di commercio del Gran Sasso d'Italia, che ha pubblicato un nuovo numero di Cresa Informa sul tema "Profughi ucraini: la risposta dell'Abruzzo".

Come riposta Ansa, il rapporto fra cittadini abruzzesi e profughi ucraini è superiore alla media nazionale (3,2 ogni mille abitanti superiore al 2,2 italiano): l'Abruzzo è al quarto posto, subito dopo Friuli Venezia Giulia, Umbria ed Emilia Romagna). I profughi ucraini che hanno presentato richiesta in Abruzzo si distribuiscono sul territorio soprattutto in provincia di Teramo (1.708; 41,4% del totale regionale). Seguono il Pescarese (993; 24,1%), l'Aquilano (827; 20,1%) e, a maggiore distanza, la provincia di Chieti (595; 14,4%).
A Teramo è particolarmente elevato il numero di profughi per 1.000 abitanti (5,7, molto al di sopra della media nazionale e regionale), Pescara registra un dato allineato a quello abruzzese (3,2), L'Aquila e Chieti valori inferiori (rispettivamente 2,9 e 1,6).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Abruzzo ospita attualmente oltre 4.100 profughi ucraini: sono il 3,2% del totale nazionale

IlPescara è in caricamento