Lunedì, 27 Settembre 2021
Attualità

Abruzzo, autobus euro 0 fuori norma ancora circolanti: il Ministero bacchetta Regione e Comuni

I mezzi dovevano essere ritirati a partire dal 1 gennaio 2019 in quanto altamente inquinanti, come ricorda la Filt Cgil che ha denunciato l'uso, da parte di Tua, dei mezzi fuori legge

In Abruzzo e nel Molise continuano a circolare autobus euro 0 fuori norma, come imposto dal Ministero con la legge che prevedeva lo stop dal 1 gennaio 2019 di questo genere di mezzi altamente inquinanti. La denuncia arriva dalla Filt Cgil Abruzzo e Molise che ha evidenziato come il Ministero stesso abbia risposto che la responsabilità è da attribuire a Comuni e Regioni, considerando che non esistono deroghe in merito ad eccezione dei mezzi storici e da collezione e per quelli di scuola guida.

Il sindacato si chiede come sia possibile che le due Regioni non abbiano fermato immediatamente questi mezzi, ed addirittura esisterebbe una circolare azienda della Tua che invitava a soprassedere all'obbligo almeno fino alla scadenza della revisione dei mezzi euro 0.

Un fatto paradossale, prosegue la Filt, se si pensa che sonos tati stanziati dal Governo 3.7 miliardi per rinnovare il parco autobus e mezzi delle società di trasporto pubblico in Italia

Al momento sembra che nè Abruzzo nè Molise siano state in grado di intercettare queste risorse. L'aspetto grottesco di questa vicenda e' che in questi giorni si sta approvando il decreto Clima

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abruzzo, autobus euro 0 fuori norma ancora circolanti: il Ministero bacchetta Regione e Comuni

IlPescara è in caricamento