rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Animali

'Nduccio è il volto del Wwf per la tutela dell'orso marsicano

Il comico abruzzese protagonista del nuovo spot dell'associazione per proteggere la specie simbolo della regione, l'invito è chiaro: non fate foto e non dategli da mangiare, ammirate, ma fatelo in silenzio

“Incontrare un orso è un'emozione fortissima. I nostri comportamenti se sbagliati possono essere molto dannosi. Se ami veramente l'orso osservalo da lontano. Non cercare di inseguirlo, di avvicinarlo, di attirarlo con il cibo, né di scattare una foto a tutti i costi. Fermati, aspetta la meraviglia dell'incontro, attendi in silenzio il suo passaggio. Spesso il rispetto premia. Sii responsabile, sii differente, la vita di un orso, vale più di 100 like sul tuo profilo”. Il Wwf sceglie il comico 'Nduccio come volto della sua campagna a tutela dell'orso marsicano. Emblematico il caso dell'orso Juan Carrito finito in una riserva perché diventato troppo confidente a causa dei nostri comportamenti sbagliati. A presentare l'iniziativa è stata la stessa associazione questa mattina. A sottolineare che troppo spesso sono proprio gli esseri umani a sbilanciare l'equilibrio uomo-natura, è la delegata del Wwf Abruzzo Filomena Ricci: dalla voglia di fare la foto da postare sui social, a quella di conferire in modo sbagliato i rifiuti, passando per la scarsità dei cassonetti anti-orso proprio per evitare che vadano a cercare cibo nella spazzatura, fino all'inciviltà di lasciarli lungo le strade, tutto mette a rischio l'esistenza di una specie che si cerca di salvare da anni e che è il simbolo del nostro territorio. Di qui un nuovo modo di comunicare per far comprendere quanto sia importante attenderlo, in silenzio, quell'incontro quando si ha la fortuna di farlo come dice 'Nduccio nello spot del Wwf. Il comico, per una volta in panni a dir poco seri, ha accettato di buon grado la proposta per salvare una specie “in gravissimo pericolo – sottolinea -. Non solo: il mio impegno andrà oltre perché oggi mi sono iscritto al Wwf e vorrò continuare anche in futuro a dare, per quel che posso, il mio contributo alle battaglie di questa benemerita associazione”.

L'associazione, intanto, sta investendo le risorse raccolte per la campagna Orso 2x50, che ha la sua base operativa nella riserva regionale pere Oasi Wwf “Gole del Sagittario” di Anversa degli Abruzzi: l'obiettivo è creare una comunità davvero accogliente nei confronti dell'orso. Nell’ambito della campagna vengono forniti recinti elettrificati a agricoltori e allevatori che possono subire danni, si interviene per mettere in sicurezza infrastrutture pericolose come le vasche in montagna o le strade, si organizzano campi di volontariato e giornate di sensibilizzazione. Per il vicepresidente nazionale Dante Caserta serve “un'azione sinergica da parte di ogni componente della nostra organizzazione sociale. Non sono gli animali a dover 'pagare' per la mancanza di preparazione di un territorio, ma sta a noi che governiamo e viviamo quel territorio l’obbligo di mettere in atto misure concrete di prevenzione e responsabilizzazione per accettare pienamente la presenza in una specie come l'orso che rende le nostre terre così uniche e preziose”. Per partecipare da volontari, ricevere informazioni sulla campagna Orso 2x50 o richiedere recinti elettrificati in caso di danno da orso scrivere a abruzzo@wwf.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Nduccio è il volto del Wwf per la tutela dell'orso marsicano

IlPescara è in caricamento