Mercoledì, 4 Agosto 2021
Animali

Come insegnare al cane a nuotare

Approcciarsi lentamente affinché il cane si senta sicuro

@unsplash

Utile per trascorrere le vacanze al mare, nelle spiagge consentite, o per andare in piscina: come insegnare al cane a nuotare? Anche i nostri amici a quattro zampe possono imparare a muoversi e stare a galla in acqua. In fondo tutte le razze, dal carlino al boxer, amano stare in acqua ma ci sono anche specie che fanno più fatica a nuotare, perché hanno una struttura corporea meno adatta all’acqua. In tal caso, è necessario munirsi di appositi ausili per un bagno in sicurezza.

I trucchi per insegnare al cane a nuotare

Confidenza. Il primo step è quello di far prendere confidenza con l’acqua. Avvicinarsi piano piano al mare o alla piscina: il cane si adatterà con i suoi tempi e acquisirà sicurezza. Raggiunto l’obiettivo, premiarlo con un biscottino.

Insieme in acqua. Entrare in acqua insieme al pet è un buon consiglio per aiutarlo a superare le sue paure e affrontare meglio questa nuova sfida. Quindi: prenderlo in braccio, avvolgendolo per bloccargli le zampe ed evitare movimenti sbagliati, entrare in acqua lentamente e immergervi con il cane sempre saldamente abbracciato. Farlo abituare al contatto con l’acqua e fatelo rilassare con coccole e carezze. Voltarsi verso la riva e lasciar andare il cane standogli sempre vicino; se va in difficoltà, mettergli una mano sotto l’addome o sotto il petto per dare sostegno. Al termine, riempirlo di complimenti e dargli un biscottino.

Per aiutare il cane a prendere confidenza con l’acqua non bisogna mai urlare o sgridarlo, non lanciarlo in acqua ed evitare fondali profondi. L’acqua non deve essere fredda o calda ed è sempre importante rispettare i suoi tempi senza costringerlo.

Accessori

In commercio ci sono alcuni accessori per aiutare il cane a nuotare ed entrare in confidenza con l’acqua. Tra questi troviamo una pettorina o un imbrago galleggiante per un bagnetto in sicurezza. Utili anche un ombrellone oppure una tenda per la spiaggia, la ciotola con dell’acqua fresca, il kit di primo soccorso, il numero di un veterinario vicino.

Si consiglia, inoltre, una volta terminato il bagno, di togliere tutti i residui di sabbia o terra dal pelo così da evitare possibili infiammazioni, irritazioni e dermatiti.

Centro cinofilo con piscina a Cepagatti

A pochi chilometri da Pescara, nello specifico a Cepagatti, sorge un centro cinofilo aperto da pochi mesi. Si chiama Doggieland, si sviluppa su una superficie di 7000mq e si occupa di tutti i cani, giovani e anziani.

Nella struttura si possono praticare molti sport, quali sheepdog (unico centro in Abruzzo ad offrirlo), agilitydog, discdog, rally obedience, nosework e nuoto in piscina (unici ad offrire gli sport acquatici Csen come freestyle, speedwater e splashdog).

La piscina è stata inaugurata lo scorso 20 giugno 2021 con il supporto della Scuola Italiana Cani di Salvataggio.

È inoltre offerto l’asilo diurno, per chi ha necessità di lasciare il proprio cane in mani sicure per poche ore al giorno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come insegnare al cane a nuotare

IlPescara è in caricamento