Giro d'Italia 2013, presentata la tappa San Salvo-Pescara

Si correrà il 10 maggio su un percorso di 162 km. Dei quattro gran premi della montagna l'ultimo sarà quello di San Silvestro, nel territorio comunale del capoluogo adriatico

Presentata oggi a Pescara la settima tappa del Giro d'Italia 2013: la San Salvo-Pescara, di 162 chilometri, si correrà il 10 maggio e toccherà le province di Chieti e Pescara dopo aver interessato i territori di Cupello, Monteodorisio, Casalbordino, Torino di Sangro, Paglieta, Mozzagrogna, Lanciano, Castel Frentano, Guardiagrele, San Martino sulla Marrucina, Casacanditella, Vacri, Villamagna, Ripa Teatina, Chieti e San Giovanni Teatino. L'arrivo è previsto, appunto, nel capoluogo adriatico.
 
Anche quest'anno la tappa abruzzese del Giro è stata organizzata da Maurizio Formichetti. Dal punto di vista tecnico, si tratta di una tappa dal percorso piuttosto ondulato che presenta quattro asperità.
Dei quattro gran premi della montagna tre sono previsti a Chieti, in via Anelli Fieramosca, in località Tricalle ed in località Villa degli Ulivi, mentre l'ultimo e' quello di San Silvestro, nel territorio comunale di Pescara. Da sottolineare che la carovana rosa tornerà in città a due anni di distanza dall'ultima volta.
Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cinema

    'Humanism', anteprima italiana a Pescara il 30 maggio

  • Pescara calcio

    Pillon ancora a Pescara? "Ci terrei molto a continuare questa avventura"

  • Incidenti stradali

    Incidente a Lettomanoppello: gravi cinque ragazzi

  • Cronaca

    Parcheggi estivi sulla Strada Parco: Pescarabici dice no

I più letti della settimana

  • Morte Marina Angrilli, il racconto di un testimone: "Ecco cosa ho visto"

  • Incidente a Lettomanoppello: gravi cinque ragazzi

  • Pescara: donna precipita dal quarto piano in via Rio Sparto

  • Fausto Filippone, il mediatore: "15 mesi fa qualcosa l'aveva stravolto"

  • Il Da Vinci ricorda Marina Angrilli: "Vittima di insensata sete di potere e controllo"

  • Il fratello di Marina Angrilli: "La sua era una famiglia normalissima"

Torna su
IlPescara è in caricamento