Verona-Pescara semifinale playoff d'andata, ecco tutte le pagelle dei biancazzurri

Condotta di gara perfetta. Bravi i ragazzi di mister Bepi Pillon ad amministrare la partita e a bloccare le folate offensive degli scaligeri. Atteggiamento giusto e a tratti spavaldo. I nostri voti su giocatori e allenatore

FIORILLO: Tanti interventi compiuti tra i pali, alcuni dei quali determinanti per il mantenimento del risultato. Spesso ha preferito respingere a pugni chiusi piuttosto che tentare la presa. VOTO: 7,5

BALZANO: Sincronismo perfetto con gli altri tre compagni di reparto. Uno schieramento in linea che ha messo in off side gli avversari in diverse occasioni. Poco pungente in avanti. VOTO: 6,5

BETTELLA: Sontuoso. Una determinazione e una sicurezza sorprendente. Il ragazzo ha stoffa e tempismo perfetto quando c'è da ostacolare ogni tentativo a rete. Il migliore in campo. VOTO: 7,5

SCOGNAMIGLIO: Non ce n'è per nessuno. Che sia Di Carmine o Pazzini, non importa. Difensore robusto e attento, protegge con ordine e compostezza. Stavolta gli è mancata l'incornata vincente. VOTO: 7

PINTO: Deve vedersela con il velocissimo Matos. Si becca il cartellino giallo che lo condiziona parecchio, riducendo l'intensità. A dirla tutta, non è andato male, ma è mancata quella spinta che serviva. VOTO: 6

DEL GROSSO (dal 66'): Non è in perfette condizioni, ma è comunque in grado di reggere l'ultima mezz'ora facendo valere la sua esperienza e quel gioco scorbutico, utile in queste circostanze. VOTO: 6

BRUGMAN: Meglio nel primo tempo, con i reparti più compatti che gli consentono di giostrare con maggiore padronanza della situazione. Nella ripresa fa più un gioco di contenimento e senza colpi di genio. VOTO: 6

MEMUSHAJ: Ha il compito di tamponare e far ripartire e lo svolge in maniera assidua e a tutto campo. Elemento prezioso che Aglietti non aveva calcolato, ma non prende quasi mai l'iniziativa sotto porta. VOTO: 6,5

CRECCO: Quella sgroppata palla al piede si è conclusa con un nulla di fatto. Eccesso di sicurezza o poca lucidità ? Tolta quell'azione, non ha inciso come ci si aspettava. VOTO: 6

BRUNO (dall'89'): Rischia il patatrac commettendo un fallo inutile al limite dell'area nell'ultimo minuto di recupero. Se Vitale avesse indovinato la soluzione, i tifosi in trasferta al Bentegodi lo avrebbero linciato. VOTO: 5,5

MARRAS: È tornato quello di un tempo, nel vero senso del termine. Splendido protagonista nei primi 45 minuti, si affievolisce nella seconda parte di gara. Domenica potrebbe essere la sua grande occasione. VOTO: 6,5

MANCUSO: Un palo, una traversa sfiorata di testa, rapidità di esecuzione e tanto movimento. Una mina vagante che mette in seria apprensione sia Dawidowicz che Empereur. VOTO: 7

SOTTIL: È l'uomo in più in questo sprint finale. Le sue azioni fanno salire la squadra e si rende pericoloso proponendosi in velocità. Sostituito solo perché stanco. Almeno si spera. VOTO: 7

ANTONUCCI (dal 74'): Continua a non convincere. In un palcoscenico così importante ha avuto la possibilità, seppur ridotta nel minutaggio, di farsi apprezzare. Ancora troppo acerbo. VOTO: 5,5

PILLON: L'ha studiata bene e ha portato a casa quanto preventivato alla vigilia. A fine partita rilascia dichiarazioni prudenti e sagge. VOTO: 8

Potrebbe interessarti

  • Kebab a Pescara: i kebbari migliori

  • Scutigera in casa: perché salvarla (e non ucciderla)?

  • È vero che il bicarbonato aiuta a dimagrire?

  • Pescara, topo appare all'improvviso in via Milano [FOTO]

I più letti della settimana

  • Pescara, trovato morto in casa dai genitori: dramma a San Silvestro

  • Tragedia ad Ortona: morti annegati due fratelli di Montesilvano - FOTO -

  • Niente Jova Beach Party a Pescara: arriva il no dello staff del cantante

  • San Valentino: muore per un malore durante il pranzo di Ferragosto

  • Pescara, gioco fra amici rischia di trasformarsi in tragedia: indagano i carabinieri

  • Città Sant'Angelo, bar trasformato in centrale dello spaccio: in manette il titolare

Torna su
IlPescara è in caricamento