Mancuso show, il Pescara stende anche il Crotone ed è secondo

I biancazzurri di Pillon servono il tris di vittorie in altrettante partite allo stadio Adriatico, decisiva la doppietta di Mancuso

Il Pescara non si ferma più e vince la terza partita in altrettante sfide disputate allo stadio Adriatico-Cornacchia in questo inizio di stagione.
Dopo Livorno e Foggia, tra le mura amiche cade anche il Crotone dell'ex Stroppa.

I biancazzurri offrono una buona prestazione, reagendo molto bene al gol del pareggio dell'ex Benali che aveva freddato i supporter biancazzurri con un gol da metà campo. Ma il Pescara, soffrendo, ha ribaltato la contesa e ora si gode il secondo posto in classifica dietro al Verona.

Pillon cambia diverse pedine rispetto alla vittoriosa partita contro il Foggia di sabato scorso, come gli inserimenti di MarrasCampagnaro, Machin e Antonucci. Ma dai blocchi di partenza partono meglio i calabresi dell'ex Stroppa che nei primi 15 minuti tengono il pallino del gioco e si fanno vedere sulla trequarti biancazzurra.

Poi, al 20', arriva il regalo che non ti aspetti: Mancuso approfitta di un errato calcio di rinvio per controllare e freddare il portiere ospite con un diagonale imparabile. 
Dieci minuti più tardi contropiede da manuale avviato da Machin che lancia Marras sulla fascia sinistra: con 3 passaggi Mancuso arriva a tirare nell'area piccola ma viene ribattuto.

Il Pescara prende coraggio e si rende pericoloso soprattutto con alcune ripartenze che creano problemi alla difesa di Stroppa. Il primo tempo si conclude senza recupero con i biancazzurri avanti di un gol.

Nel secondo tempo pronti via e l'ex Benali beffa in maniera clamorosa Fiorillo con un clamoroso pallonetto di sinistro da metà campo che scavalca il numero 1 biancazzurro.
Ma il Pescara non ci sta e Festa viene chiamato agli straordinari per salvare su un insidioso colpo di testa di Campagnaro.

Al 54' Mancuso risponde con un eurogol: servito da Brugman entra in area ed esplode un poderoso sinistro che si insacca in rete dopo aver toccato la parte inferiore della traversa. Due minuti più il Delfino sfiora il tris con un diagonale di Marras che esce di un soffio.

Ma i calabresi non ci stanno e reagiscono producendo il massimo sforzo a metà della ripresa, ma al di là di qualche sfuriata, non si rendono mai veramente pericolosi. Tra i più insidiosi c'è sempre l'ex Benali. 
Nei biancazzurri, al 76' c'è l'esordio stagionale per Crecco. 

All'80' prima Marras e poi Mancuso falliscono l'occasione per chiudere definitivamente il conto. Poi al 43' Golevic salva sulla linea e nega la tripletta a Mancuso.
Al triplice fischio espode la festa biancazzurra per il secondo posto in classifica e l'imbattibilità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caprara di Spoltore, paura per un autobus Tua finito fuori strada: almeno 10 feriti, uno è grave - FOTO -

  • Cade da un palazzo e finisce in ospedale con un politrauma

  • Autobus Tua fuori strada a Caprara di Spoltore: gli aggiornamenti - FOTO -

  • Conservatorio in lutto, è morto il professor Luca Marconi

  • Spoltore, insospettabile beccato a spacciare dalla polizia: arrestato - FOTO -

  • Quattro ristoranti di Pescara e provincia nella Guida Slow Food 2020, ecco quali

Torna su
IlPescara è in caricamento