Pescara Benevento: le pagelle

Metamorfosi sorprendente e modulo indovinato. Tutto ha funzionato a meraviglia. Atteggiamento, fraseggi, movimenti e massima concentrazione da parte di tutti

FIORILLO: Gioca metà gara e lo fa in maniera diligente. Paga con l'infortunio la coraggiosa uscita su Coda ed è costretto nell'intervallo a restare negli spogliatoi. Audace ma non fortunato. VOTO: 6,5

KASTRATI (dal 46°): Seconda apparizione consecutiva senza mettersi mai in mostra. Non offre garanzie di sicurezza, soprattutto sui traversoni in area. Nessun intervento straordinario. VOTO: 6

CIOFANI: Offre a Machin il cross sul primo palo che vale la rete della sicurezza. Tante sgroppate e ottime sovrapposizioni. Utilissimo anche nelle retrovie. È in uno stato di forma eccellente. VOTO: 7

SCOGNAMIGLIO: Riesce a contenere un elemento temibile come Coda e rinuncia agli sganciamenti in avanti per limitare il dispendio di energie. Va in sofferenza soltanto in un paio di occasioni. VOTO: 6,5

BETTELLA: Bravissimo sia dal punto di vista tattico che prettamente difensivo. Ha qualità calcistiche elevate ed è tagliato per quel ruolo. Quel salvataggio strepitoso è la perfetta sintesi delle sue qualità. VOTO: 7,5

MASCIANGELO: Tutto bene, sostanzialmente. Ma quell'errore nell'azione dove si era lanciato in area è imperdonabile. In ogni caso sta crescendo e ha perfezionato i tempi di giocata. VOTO: 6,5

BUSELLATO: Tiene bene il campo e non permette agli avversari di giocare nel mezzo. Scambi fluidi e veloci, interdizioni riuscite e qualche bella palla servita al posto giusto. VOTO: 7

PALMIERO: È' la dinamo che fa girare l'intera catena di montaggio. Perno del centrocampo, sempre nel vivo delle azioni. Un direttore d'orchestra con la bacchetta magica. Insostituibile. VOTO: 7,5

BRUNO (dall'80°): Entra con il risultato già in cassaforte. E questo lo facilita. Non tradisce alcuna emozione nel giocare contro la squadra della sua città. Uomo di rottura. A questo serve. VOTO: 6,5

MEMUSHAJ: Finalizza con un colpo da biliardo l'azione più bella di tutta la partita. Nello schieramento a piramide si trova a suo agio e ha maggiore libertà d'azione. Un gregario con i tempi giusti. VOTO: 7

MACHIN: Il match winner è stato impeccabile. La migliore prestazione di sempre in maglia biancazzurra. Un cavallo di ritorno indovinatissimo e che alimenta i rimpianti per quello che poteva essere e non è stato l'anno scorso. VOTO: 8

GALANO: Quando la squadra gira, anche lui è più ispirato. Inutile ribadire le qualità più volte espresse in carriera e che riemergono spesso ogni qual volta i meccanismi funzionano. VOTO: 7

BORRELLI: Attualmente è il più pronto a fare il perno d'attacco. Non solo per la fisicità prorompente, ma anche per il modo di smarcarsi e per la sua scaltrezza da attaccante vero. I gol arriveranno. VOTO: 7

MANIERO (dal 70°): Rigore calciato in maniera perfetta, senza alcuna esitazione. Segno che ha nelle corde la capacità di centrare il bersaglio. Ma lo stato di forma non convince e lo penalizza. VOTO: 6,5

ZAURI: Sbagliando si impara. Stavolta la variazione tattica è senza dubbio la più indicata, così come la scelta dell'undici titolare. Il Benevento di Inzaghi ha perso anche alla lavagna. VOTO: 7,5  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per l'Abruzzo e il Pescarese: le previsioni e il bollettino

  • Enrico Remigio di Scafa arriva a quota 300mila euro a "Chi vuol essere milionario", resta solo la domanda da un milione

  • Alla guida sotto effetto dell'alcol, fantasiosa giustificazione di un professionista pescarese: "Mi hanno messo pillola nel bicchiere"

  • Incidente ai Colli, perde il controllo dell'auto e si schianta contro fuoristrada facendolo ribaltare [FOTO]

  • Dramma a Montesilvano, acqua bollente cade su un bimbo di 16 mesi e lo ustiona: è grave

  • Carica una prostituta e fa uno scontro frontale, lei finisce in ospedale

Torna su
IlPescara è in caricamento