Legrottaglie cita Jovanotti: “Io lo so che non sono solo anche quando sono solo”

L'allenatore del Pescara su Facebook: "In questi giorni di forzato isolamento globale mi tornano in mente queste parole e, riflettendoci, scopro di essere effettivamente in compagnia più che gradevole"

Nicola Legrottaglie cita Jovanotti: “Io lo so che non sono solo anche quando sono solo”. Inizia proprio con le parole di una celebre canzone di Lorenzo Cherubini il post pubblicato ieri su Facebook dall'allenatore del Pescara:

"In questi giorni di forzato isolamento globale - scrive - mi tornano in mente le parole di Jovanotti e, riflettendoci, scopro di essere effettivamente in compagnia più che gradevole. In compagnia di chi lo sta vivendo ora, con cui si sviluppa e rafforza un senso di unità da cui la normale routine ci aveva allontanato, e di chi lo ha vissuto in passato. L’isolamento più antico della storia, infatti, risale probabilmente ai tempi di Mosè, confinato nel deserto per qualche annetto, col suo popolo, affinché fossero protetti. L’isolamento era protezione. Qualche migliaio di anni dopo si isolò anche Gesù, sul monte, con Pietro, Giacomo e Giovanni, a cui diede rivelazione. L’isolamento, dunque, portò rivelazione".

Ecco, dunque, che cosa possiamo ottenere di buono, secondo Legrottaglie, da questa forzata quarantena: protezione e rivelazione.

"Se ci isoliamo - afferma l'ex giocatore della Juventus - proteggiamo noi e gli altri, apprezzando come una manna tutto il buono che ci arriva e che avevamo banalizzato. Se ci isoliamo diventiamo ricettivi a nuove idee, progetti, visioni che, con la mente piena d’altro, non potrebbero entrare. Nel film “Al di là dei sogni”, Robin Williams dice: il pensiero è reale, la materia è illusione. Rintanandoci dentro di noi, per questo breve periodo, potremmo vedere dunque molta più realtà di quanta ne abbiamo mai toccata".

L'Atleta di Cristo, poi, conclude così:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Gioconda, prima di essere un dipinto di inestimabile valore, era vera solo nella mente di Leonardo. Così come la teoria della relatività per Einstein, Yesterday dei Beatles o un gol di Maradona. Se ci fate caso, è da soli che si scoprono i più grandi tesori, anche perché, spesso, sono nascosti proprio dentro di noi. Buona ricerca!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Controlli nelle case per verificare se si è residenti: "Non aprite la porta, è una truffa"

  • Coronavirus in Abruzzo, calano i contagi: 52 nuovi casi, i dati aggiornati

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Coronavirus, il medico Staffilano: "Attenzione ai primi sintomi cardiologici post malattia”

  • Coronavirus, impennata di guariti in Abruzzo: 38 pazienti hanno superato il Covid-19 nelle ultime ore

  • Torna troppo tardi a casa dallo studio, avvocato multato di 550 euro dalla Guardia di Finanza

Torna su
IlPescara è in caricamento