Caprari avverte: "Se segno alla Roma esulto"

Parla l'attaccante del Pescara, ex giallorosso: "La società a suo tempo fece le proprie scelte. Per me sarà una partita come le altre". La sfida con gli uomini di Spalletti è in programma allo stadio Adriatico il prossimo lunedì 24 aprile

Gianluca Caprari

"Se dovessi segnare esulterò, così come accaduto nella partita d'andata. Quella contro la Roma è una sfida come le altre, anche se giocherò contro la squadra che mi ha cresciuto. Ma non ci saranno emozioni". Parola di Gianluca Caprari. Il 24enne attaccante del Pescara ricorda con piacere l'avvio di carriera nelle giovanili giallorosse.

"La società a suo tempo fece le proprie scelte, ma se sono oggi a Pescara, e il prossimo anno con l'Inter, lo devo soprattutto alla Roma. Andai via presto, anche perché agli inizi non feci benissimo, ma per me oggi è motivo di orgoglio essere a Pescara. Partita proibitiva? Proveremo a fare il massimo. Per noi ex (ci sono anche Crescenzi e Verre, oltre a Zeman, ndr) potrebbe esserci qualche ulteriore stimolo".

La sfida con gli uomini di Spalletti è in programma allo stadio Adriatico il prossimo lunedì 24 aprile: "Abbiamo dimostrato, nelle ultime partite contro Milan, Empoli e Juventus, di poter reggere il confronto con questa categoria, anche se la classifica dice un'altra cosa", conclude Caprari.