Foggia-Pescara, i biancazzurri vanno sotto ma pareggiano con Mancuso

Il Pescara esce indenne dalla non semplice trasferta allo stadio Zaccheria di Foggia. I biancazzurri di Pillon partono alla grande e mettono sotto gli avversari nei primi 15 minuti

Il Pescara esce indenne dalla non semplice trasferta allo stadio Zaccheria di Foggia. I biancazzurri di Pillon partono alla grande e mettono sotto gli avversari nei primi 15 minuti.
Ma poi alla lunga gli attacchi del Delfino si rivelano sterili e l'estremo di casa, Leali, non è chiamato quasi mai a interventi decisivi.

A un minuto dal termine del primo tempo poi arriva la doccia fredda con i Satanelli che trovano il gol del vantaggio con Deli. Il Pescara sembra accusare il colpo anche a inizio ripresa con i rossoneri che sfiorano il vantaggio in almeno 3 occasioni: un palo e due interventi miracolosi di Fiorillo tengono in vita i biancazzurri che poi trovano, grazie a un calcio di rigore conquistato e realizzato da bomber Mancuso, il gol del pareggio. I ragazzi di Pillon riscattano il pesante ko interno di domenica scorsa contro il Brescia e conquistano il terzo pareggio nelle ultime quattro partite.

Foggia-Pescara 1-1: la cronaca

Pronti via parte meglio il Pescara che si porta subito in avanti conquistando due calci d'angolo nei primi due minuti. Sul primo una girata di testa di Ciofani sorvola di poco la traversa. Nei primi 5 minuti i biancazzurri agiscono stabilmente nella metà campo rossonera mettendo in atto una grande pressione e costringendo i Satanelli nella propria area di rigore con ben 4 corner in 7 minuti. All'8' Martinelli deve mandare in angolo un pericoloso cross di Melegoni indirizzato a Mancuso. Il Foggia si affaccia per la prima volta nella metà campo del Delfino al 13' con una punizione dal limite di Kragl. Al 15' l'occasione più ghiotta è per i padroni di casa con Fiorillo costretto a uscire sui piedi di Iemmello per evitare il gol. Al 19' è ancora il Foggia a mettere i brividi a Fiorillo con un destro di Deli dal limite dell'area che sfiora il palo alla sinistra del numero 1 biancazzurro. Ma al 21' il Pescara non passa in vantaggio per una questione di centimetri: da posizione defilata Monachello non trova la porta con il pallone che attraversa tutta la linea di porta senza entrare. Ma il Pescara prende coraggio ed è ancora Monachello a provarci poco dopo. Al 25' però è ancora il Foggia a mandare al tiro dentro l'area di rigore capitan Lo Iacono dopo una serie di triangolazioni perfette. Il primo tempo entra nel vivo e i biancazzurri rispondono prima con Monachello e poi con Marras. Al 40' un egoista Monachello prova la botta da fuori area, contenuta a terra da Leali, invece di servire Mancuso ben posizionato. Ancora Monachello al 42' con un sinistro potente ma fuori portata. Al 44' arriva la doccia fredda per i ragazzi di Pillon: Deli fa cadere Campagnaro e indirizza all'angolino basso in destro imparabile. Il primo tempo si chiude senza recupero con il Pescara sotto di un gol.

La ripresa inizia con gli stessi interpreti della prima frazione. Al 48' il Foggia va già vicino al raddoppio: solo il palo ferma il potente destro di Iemmello da fuori area. Ma il Pescara reagisce subito con un sinistro di Memushaj che termina a lato per qualche centimetro. Al 53' ci prova Brugman da 40 metri ma la traiettoria del tiro non si abbassa come sperato. Al 55' grande parata di Fiorillo sul destro di Busellato. Il Pescara non ci sta a perdere e si ributta in avanti ma senza rendersi particolarmente pericoloso. Mentre al 62' è un miracolo di Fiorillo  evitare il secondo gol del Foggia a Iemmello. La possibile svolta arriva al 65' con Mancuso che subisce un fallo in area da Billong e si guadagna un calcio di rigore. Dagli undici metri va lo stesso Mancuso che trova il gol del pareggio. Riportata la situazione in parità, Pillon manda Crecco in campo al posto di Melegoni e passa a un più prudente 4-4-2. La fatica inizia a farsi sentire e le due squadre si allungano con gli spazi che diventano ampi. Diversi i ribaltamenti di fronte ma nessuno arriva con pericolosità nelle vicinanze delle porte. Al 78' Mancuso scappa in contropiede e serve un buon assist a Monachello che però tira debolmente di sinistro. Poco dopo ci prova Crecco ma il suo sinistro è sbilenco. Pillon prova a rinsaldare il centrocampo e all'81' fa entrare Bruno al posto di Marras. L'ultima carta, all'85', è Del Sole per Monachello. Nel recupero Brugman sfiora il colpaccio ma non trova la porta in allungo. Al 95' arriva il triplice fischio di Volpi che chiude la partita sull'1-1.

Foggia-Pescara 1-1: il tabellino

FOGGIA: Leali, Billong, Ranieri, Loiacono, Greco (Agnelli), Iemmello, Deli (Mazzeo), Kragl, Martinelli, Galano (Matarese), Busellato.

PESCARA: Fiorillo, Campagnaro, Scognamiglio, Ciofani, Memushaj, Monachello (Del Sole), Balzano, Brugman, Marras (Bruno), Melegoni (Crecco), Mancuso.

Reti: 44' Deli, 67' Mancuso (rig.)

Arbitro: Volpi di Arezzo

Assistenti: Margani, Lombardi

Recupero: 0, 5

Ammoniti: Mancuso, Billong, Ranieri, Busellato

Potrebbe interessarti

  • Mangiare il riso fa dimagrire?

  • Quali piante grasse avere in casa e quali sono i loro benefici?

  • Bollo auto: scadenze ed esenzioni

  • Pescara, topo appare all'improvviso in via Milano [FOTO]

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sull'autostrada A14, morto un uomo: c'è anche un ferito

  • Incendio in corso Umberto I, paura in pieno centro a Pescara [FOTO-VIDEO]

  • Incidente lungo la A14 fra Roseto e Pescara Nord: gli aggiornamenti

  • Paura a Pescara, bambino di 5 anni si perde in spiaggia

  • Si sente male mentre è in macchina e chiede aiuto, uomo morto in strada

  • Picchia il figlio di pochi anni davanti ai bagnanti, il racconto di un testimone

Torna su
IlPescara è in caricamento