Pescara travolto a Benevento, biancazzurri senza anima

Ovvero con una larga vittoria della capolista della cadetteria che vendica il 4-0 subìto all'andata all'Adriatico-Cornacchia

Purtroppo l'ultima partita di giornata della Serie B, quello tra Benevento e Pescara, è finita secondo pronostico in un clima surreale con lo stadio vuoto per le disposizioni sul Coronavirus.
Ovvero con una larga vittoria della capolista della cadetteria che vendica il 4-0 subìto all'andata all'Adriatico-Cornacchia.

Legrottaglie perde pochi minuti prima del fischio di inizio anche Scognamiglio per un risentimento muscolare e al suo posto manda in campo il giovane Marafini. Dunque il Delfino si è presentato sul campo della capolista con i cerotti viste le numerose assenze.

I biancazzurri, che sono i primi a rendersi pericolosi con un palo colpito da Galano (poi fermato per fuorigioco) durano solo 16 minuti fino al primo vantaggio dei ragazzi di Filippo Inzaghi.

I giallorossi, che trovano terreno fertile tra le larghe maglie della difesa biancazzurra, trovano il vantaggio con sinistro angolato di Roberto Insigne e 4 minuti dopo raddoppiano con Sau. ll Pescara ha una reazione d'orgoglio che dura però pochi minuti con un destro Bettella parato da Montipo e un'incursione centrale di Memushaj che sbatte contro l'estremo ospite in uscita. Ma è solo un fuoco di paglia e poco dopo i beneventani calano il tris con Moncini e fanno di fatto calare il sipario su una partita apparsa fin da subito dal destino segnato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel secondo tempo entra in campo un Pescara più volenteroso ma che non riesce a trovare la via della porta e sono i padroni di casa a rendersi pericolosi 2 volte con Sau nei primi 15 minuti e poco dopo a sfiorare il poker con Insigne il cui tiro viene fortunosamente ribattuto da Masciangelo. Subito dopo Montipo salva la sua porta su una buona occasione di Borrelli. Ma il Benevento cala il poker con Improta e chiude i giochi di una partita davvero brutta e giocata senza anima dai biancazzurri alla quinta sconfitta su 8 della gestione Legrottaglie. Adesso i biancazzurri devono davvero guardarsi alle spalle visto che il vantaggio sui playout è di soli 3 punti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Paura sul ponte Flaiano, giovane minaccia di lanciarsi nel vuoto

  • Tragedia a Scafa: schianto mortale per un motocilista lungo la sp63

  • Autostrada A14 nel caos, 8 km di coda prima del casello di Pescara Nord/Città Sant'Angelo

  • Collecorvino, moto contro auto: giovane trasportato in elicottero a Pescara

  • Assembramenti e mancato rispetto della normativa anti-Covid, un bar e uno stabilimento chiusi per 5 giorni

Torna su
IlPescara è in caricamento