Come prevenire il raffreddore nei bambini (e negli adulti)

Per non stare sempre con il fazzoletto in mano e combattere con il naso che cola, il bruciore di gola e una possibile otite, è meglio correre ai ripari per tempo

È possibile evitare i malanni di stagione? Evitare completamente forse no, ma prevenire il raffreddore nei bambini, così come negli adulti, è davvero possibile. Si tratta di uno dei malesseri più diffusi durante l’autunno e l’inverno, che tedia piccoli e grandi e che si può scansare effettuando una buona pulizia del naso.

Per non stare sempre con il fazzoletto in mano e combattere con il naso che cola, il bruciore di gola e una possibile otite, è meglio correre ai ripari per tempo.

I lavaggi nasali rappresentano la giusta soluzione, il modo migliore per prevenire il raffreddore nei bambini e negli adulti. In questo modo è possibile mantenere le mucose nasali pulite, che riusciranno a scacciare secrezioni, polveri e allergeni.

Lavaggi nasali: cosa sapere?

Per pulire il naso, bisogna igienizzare le sue ciglia, che occupano uno spazio chiamato epitelio. Le ciglia spostano il muco dalla parte anteriore verso il nasofaringe, ovvero la parte che collega naso e gola. Questo spostamento consente, dunque, a batteri e virus, ma anche agenti inquinanti e allergeni, di “navigare” e spostarsi tra naso e gola, infiammando queste zone.

Per evitare le infiammazioni, che si traducono in raffreddore e tosse, bisogna sanificare la zona, quindi effettuare una buona igiene nasale.

Quando fare i lavaggi nasali e come?

I lavaggi nasali vanno eseguiti prima ancora che il bambino si ammali o l’adulto si raffreddi. Ecco perché si parla di prevenzione. Per garantire la propria igiene, basta effettuarne uno al giorno. Se è in atto un’infiammazione, è necessario aumentare le ripetizioni.

Per fare il lavaggio nasale come si deve, affinché sia davvero efficace, bisogna eseguirlo delicatamente, quindi non fare troppa pressione per non danneggiare la mucosa, rischiando di spingere le secrezioni nell’orecchio medio, attraverso la tuba di Eustachio. La soluzione fisiologica deve essere tiepida mentre la testa deve essere leggermente inclinata di lato.

I lavaggi nasali con le sacche

Secondo i medici, i migliori lavaggi nasali sono quelli eseguiti professionalmente, attraverso l’utilizzo di sacche con deflussore. In questo modo la fisiologica viene irrigata con caduta libera senza alterare la pressione endonasale.

Per questo motivo conviene rivolgersi a centri specializzati. In questo modo è dunque possibile prevenire i malanni di stagione e i raffreddori tipici dei periodi invernali.

Dove fare i lavaggi nasali professionali a Pescara?

Ecco i centri dove poter fare i lavaggi nasali professionali nel nostro territorio:

Gli 8 cibi che i bambini NON dovrebbero mangiare

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO | A "Live - Non è la D'Urso" il ristorante delle sexy maggiorate pescaresi

  • Il Titanic di piazza Salotto finisce su Rai 2 insieme all'Iceberg di Lanciano, piovono critiche a "Detto Fatto" [VIDEO]

  • Ritrovato morto l'uomo disperso sulla Majella, era un carabiniere [FOTO]

  • Una cupola in piazza Salotto: arriva il Dome theatre - Fantabosco per le festività natalizie - FOTO -

  • Ai domiciliari a Pescara, boss mafioso barese trasforma la sua abitazione in un covo criminale: arrestato - VIDEO -

  • Incidente sull'autostrada A14, tratto chiuso: 2 camion e 7 auto coinvolte

Torna su
IlPescara è in caricamento