Riaperto il convitto dell'istituto Alberghiero di Pescara con 160 studenti

I ragazzi verranno accolti e vivranno a Montesilavo nell’hotel "Le Nazioni", struttura tre stelle individuata tramite gara d’appalto dalla Provincia di Pescara

È stato riaperto questa mattina, lunedì 23 settembre, il convitto dell'istituto alberghiero Ipssar "De Cecco" di Pescara, che ospiterà 160 studenti, 100 convittori e 60 semi-convittori, provenienti da ogni parte d’Abruzzo, oltreché da Puglia e Molise.

I ragazzi verranno accolti e vivranno a Montesilavo nell’hotel "Le Nazioni", struttura tre stelle individuata tramite gara d’appalto dalla Provincia di Pescara.

Come fa sapere Alessandra Di Pietro, dirigente dell'istituto alberghiero Ipssar "De Cecco", per il secondo anno consecutivo, è stata attivata l'apertura anticipata della struttura. Questo quanto aggiunge la Di Pietro:

«Il convitto è parte integrante dell'Ipssar, al quale è annesso. Fu inaugurato nel 1969 con soli 10 studenti; negli anni successivi si è registrato un incremento notevole, tanto che i convittori hanno raggiunto rapidamente le 100 unità, grazie anche all’apertura della sezione femminile. Oggi la struttura accoglie, nelle due sezioni, femminile e maschile, circa 100 ragazzi provenienti da diverse aree geografiche di Abruzzo, Molise, Puglia e con diversa estrazione culturale e socio-economica. Ci sono anche circa 60 semiconvittori, ai quali vengono forniti il pranzo e l'assistenza pomeridiana allo studio. Infatti il servizio del convitto è un'istituzione educativa che promuove e facilita, attraverso progetti culturali e ricreativi, una migliore formazione umana e professionale dello studente. Il convitto è inoltre dotato di un servizio mensa che offre piatti preparati da esperti chef e assicura un cibo sano e nutriente a colazione, pranzo e cena. Sono inoltre presenti un’infermeria con personale sanitario diplomato e un servizio di guardaroba e lavanderia. Gli istitutori, la cui funzione è finalizzata alla formazione e all’educazione degli allievi, rivolgono grande attenzione al singolo, che assistono in ogni momento della vita di convitto, seguono la sua preparazione, tengono i rapporti con gli insegnanti e informano i genitori sulla sua situazione scolastica. Attraverso l’esperienza del Convitto si impara a stare insieme agli altri e rispettare le regole comuni, attraverso la predisposizione di un ambiente il più possibile accogliente e familiare, che favorisce il confronto, il dialogo, la comunicazione.

Gli educatori sono:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Paolo Bottini; 
  • Giancarlo Cardone; 
  • Antonio Contessa; 
  • Graziella Chiavaroli; 
  • Vanessa Dei Rocini; 
  • Antonio Di Peppe; 
  • Maria Gabriella Fermo; 
  • Demetrio Firmani; 
  • Pina Anita Lionetti; 
  • Antonio Marinacci; 
  • Sara Mirolla; 
  • Palmina Natali; 
  • Anna Rita Scena.

I referenti coordinatori sono i docenti Contessa e Chiavaroli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Controlli nelle case per verificare se si è residenti: "Non aprite la porta, è una truffa"

  • Coronavirus in Abruzzo, calano i contagi: 52 nuovi casi, i dati aggiornati

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Coronavirus, il medico Staffilano: "Attenzione ai primi sintomi cardiologici post malattia”

  • Coronavirus, impennata di guariti in Abruzzo: 38 pazienti hanno superato il Covid-19 nelle ultime ore

  • Torna troppo tardi a casa dallo studio, avvocato multato di 550 euro dalla Guardia di Finanza

Torna su
IlPescara è in caricamento