Covid-19, Monaco (Verdi-Europa Verde): "Basta con lo spreco di soldi degli abruzzesi"

Riceviamo e pubblichiamo questa nota del coordinatore Alessandro Monaco sull'attuale emergenza sanitaria legata al coronavirus: "48.190 € in comunicazione: in Regione sprechi sensazionali di una politica sensazionalistica"

Riceviamo e pubblichiamo questa nota di Alessandro Monaco, coordinatore dei Verdi-Europa Verde Abruzzo, sull'attuale emergenza sanitaria legata al coronavirus.

La Regione Abruzzo è riuscita a spendere 48.190 € in comunicazione sul coronavirus. Sì, sono riusciti a dilapidare soldi sufficienti per acquistare 5 ventilatori polmonari duplex in comunicazione. Precisamente questi soldi sono stati spesi per dire agli abruzzesi che sta girando un virus pericoloso e quindi devono restare a casa e seguire le misure di sicurezza dettate dai decreti. A noi di Europa Verde, come a tutta la cittadinanza abruzzese, non sembra normale spendere tutti quei soldi per una campagna che è solo una copia sbiadita di quella nazionale che già riesce ad entrare egregiamente nelle case di tutti i cittadini.

A noi di Europa Verde non sembra normale che tutti questi soldi siano stati destinati alla Mirus S.r.l., la società di comunicazione dell’esponente di Fratelli d’Italia, nonché responsabile della comunicazione della campagna elettorale del Presidente Marsilio. Società che subito dopo le elezioni regionali del 2019 ha ricevuto dalla Tua un incarico per 200mila €. Soprattutto, a noi di Europa Verde, non sembra normale che l’offerta presentata dalla Mirus sia stata di 39.500 € + Iva, ossia poco meno della fatidica soglia di 40.000 € oltre la quale non si può procedere per affidamento diretto.

A noi di Europa Verde non sembra normale perché la Giunta ci continua a ripetere che i soldi non ci sono e quindi bisogna procedere con i tagli alla sanità regionale. Per lo stesso motivo, a noi di Europa Verde, sembra strana anche la proposta di creare un super ospedale da campo per far fronte all’emergenza covid-19. Vogliono farlo all’interporto di Manoppello o al PalaRigopiano di Pescara, di fatto vogliono crearlo da zero. Intanto vengono chiusi o depotenziati ospedali come quello di Popoli, o quelli di Atessa, Casoli e Guardiagrele. Di certo, al momento, noi non abbiamo gli elementi per denunciare la commissione di reati, o quantomeno di favori non proprio limpidi agli amici, e per questo ci asteniamo, sempre per il momento, dal farlo. Una cosa però ce l’abbiamo: abbiamo la testa per fare 2+2.

Questa semplice operazione ci porta a fare una considerazione che forse è banale ma non per questo meno meritevole di essere denunciata: a chi governa la nostra regione non interessa nulla della salute degli abruzzesi. Non gli interessa che se abiti in una zona disagiata, e vi facciamo presente che l’Abruzzo non è che sia poi così ricco di metropoli, per usare un eufemismo, ci può volere anche più di un’ora per raggiungere il reparto in grado di curarti. Al governo della nostra regione non importa che strutture nuove vengano lasciate all’abbandono. Al governo della nostra regione non importa degradare intere aree e favorirne lo spopolamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al governo della nostra regione non interessa ascoltare la voce dei cittadini. In breve al governo della nostra regione non interessa fare la cosa giusta, gli interessa solo far vedere che sta facendo qualcosa. È per questa ragione, forse, che il governo sperpera le nostre risorse, perché ha bisogno di sprechi sensazionali per sorreggere una politica sensazionalistica che mascheri un’azione che è fatta di nulla. Per queste ragioni noi di Europa Verde continuiamo a chiedere, con forza, che la voce di migliaia di cittadini non venga ignorata: chiediamo che i fondi regionali vengano utilizzati per recuperare quei piccoli ospedali che sono strategici per garantire il diritto alla salute di tutti gli abruzzesi, e non per pubblicità o opere provvisorie che garantiscono solo il bene di qualche amichetto di partito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Segue ed infastidisce una ragazza in pieno giorno a Villa Raspa di Spoltore: nuovo episodio di delirio per un giovane

  • Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

Torna su
IlPescara è in caricamento