Taglio indennità: i commenti di Teodoro, Ruggero e Di Marco

Pubblichiamo i commenti relativi al taglio delle indennità dei consiglieri provinciali, inviati dai consiglieri Teodoro e Ruggero e del segretario dei Giovani Democratici Di Marco

I consiglieri provinciali Teodoro e Ruggero esprimono alcune considerazioni di merito ai provvedimenti governativi riguardanti le indennità per l'espletamento dei mandati elettivi negli Enti locali.

"Sulla diminuzione delle indennità nella misura del 30%, a motivo della delicata fase economica e degli sforzi finanziari di risanamento, si ritiene ragionevole non sottrarsi dal dare il proprio contributo."

"Altro approccio merita invece la questione dell'impossibilità di cumulo delle indennità per quegli amministratori provinciali che rivestono ulteriori incarichi elettivi nei diversi Enti locali del territorio: va evidenziato infatti come attività distinte richiedano, in tutta evidenza, le rispettive risorse. I due consiglieri, precisando che loro personalmente non si trovano in questa condizione, ritengono che la soppressione della possibilità di cumulo delle indennità sia penalizzante rispetto agli impegni richiesti dalle funzioni elettive." hanno dichiarato i consiglieri di maggioranza.

Luigi Di Marco, segretario dei Giovani Democratici di Pescara, punta invece il dito sul documento inviato da alcuni capigruppo alla Provincia, firmato anche da Antonello Linari del PD.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il documento sottoscritto dal capogruppo provinciale Linari è assolutamente inaccettabile. Quello che ha sottoscritto è quanto di più lontano ci possa esser dai problemi attuali degli italiani, dei tanti giovani che cercano fra mille difficoltà un lavoro, vorrebbero una scuola e una università migliori e una politica che sappia ascoltare queste istanze. Non mi pare il momento di difendere le proprie indennità. Linari, piuttosto, ha lasciato il nostro partito in una situazione catastrofica, con 500 mila euro di debiti durante la sua gestione da tesoriere regionale. Di cosa vuol parlare ancora?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

Torna su
IlPescara è in caricamento