Strada Parco, la denuncia di Blasioli: "Pericoli per bici e pedoni per i segnali di divieto non ripristinati"

Il consigliere comunale Blasioli denuncia il mancato ripristino dei segnali di divieto di transito sulla Strada Parco dopo il primo week end di parcheggi autorizzati dal Comune. "Pericoli per pedoni e ciclisti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPescara

Con una sveltina, il 12 luglio 2013 l’amministrazione ha trasformato, ancora una volta, la strada parco in strada parking.  

Nonostante il fatto che, nel 2011, ci battemmo per giorni in aula, arrivando a votare una mozione che di fatto impegnava la giunta a non ripetere più quella brutta esperienza, che mortifica la scelta di una città che si è di fatto impadronita di questo percorso ciclopedonale trasformandola nella piazza più amata, l’amministrazione Mascia ha proceduto in tutta fretta a disintegrare la volontà del consiglio.

Mortificare la scelta di appropriazione democratica è un atto vile, perché effettuato con una delibera proprio il giorno prima dell'effettivo funzionamento del servizio di parcheggio, e vile è anche non rispettare la volontà della massima assise cittadina.

Ma la fretta, si sa, è cattiva consigliera e così, nel sistemare la nuova segnaletica che avrebbe dovuto prevedere il senso unico di percorrenza nord-sud sulla strada Parco, ad una velocità moderata e solo per il sabato e la domenica, ci si è dimenticati di ripristinare dei segnali di divieto di accesso per i giorni lavorativi.

In questo modo, sono tutti autorizzati, sempre, ad entrare sul corridoi verde di Pescara.

E' di ieri sera un alterco a cui ho assistito tra il conducente di  una vettura che girava indisturbata percorrendo la strada Parco tra gli attoniti pedoni, e che sosteneva di essere a ragione legittimato a questa manovra dai segnali non ripristinati, e alcuni ciclisti. Cosa aspettiamo, che succeda un incidente che aggiunga al danno anche la beffa? Proporrei all'Amministrazione di porre più attenzione a queste situazioni, che potrebbero recare gravi pericoli ed anzi sottolinerei la necessità che gli incroci siano dotati di transenne nei giorni lavorativi che ricordino che la percorrenza della strada è consentita solo nel fine settimana.

Torna su
IlPescara è in caricamento