Stalle abusive e cavalli a pochi metri dalle case: la denuncia dei residenti in via Colle Pizzuto- FOTO -

Il presidente della commissione sicurezza Foschi ha chiesto un sopralluogo immediato da parte della polizia municipale per verificare la segnalazione fatta da alcuni residenti

Verificare la presenza di stalle abusive con cavalli nella in via Colle Pizzuto, all'incrocio con strada Colle Renazzo, e, in caso di riscontro positivo, procedere all'abbattimento del fabbricati illegali. Il presidente della commissione sicurezza Foschi interviene dopo le numerose segnalazioni ricevute dai residenti con fotografie annesse, che hanno partecipato con il rappresentante Gagliardi alla seduta odierna, alla quale erano presente il capo di gabinetto del sindaco Dezio ed il comandante della polizia municipale Palestini.

Il problema esisterebbe da 10 anni, su un terreno di proprietà privata, dove nel tempo sono spuntate baracche abusive per stalle di cavalli, da parte di ignoti.

Non solo: come hanno riferito i residenti, tra quelle baracche ci sarebbero anche traffici e movimenti poco chiari, che hanno turbato la tranquillità dei cittadini, senza parlare dei cavalli con le bighe che al mattino scendono da via Colle Pizzuto per far fare quattro passi agli animali. I cittadini hanno affermato di aver già presentato svariate denunce per segnalare una situazione tutt’altro che legittima, ma quegli esposti non avrebbero sortito alcun effetto, mentre i residenti continuano a dover sopportare rumori e miasmi provenienti dalle stalle oltre che una convivenza molto critica.

Alcuni dipendenti di un'azienda pubblica, che hanno effettuato lavori sul terreno, hanno ritrovato carcasse di cavalli sotterrate in maniera anomala, ha aggiunto Foschi che chiede un sopralluogo immediato, con il comandante Palestini che ha comunicato che la vicenda era nota alle forze dell'ordine, in particolare i i carabinieri forestale con provvedimento di sequestro esecutivo:

A questo punto abbiamo investito ufficialmente l’amministrazione della problematica chiedendo un intervento di verifica, attraverso un sopralluogo, immediato, con un accertamento anche documentale circa la situazione edilizia del terreno e delle stalle per l’adozione dei provvedimenti necessari tesi al ripristino del decoro e della sicurezza dei cittadini che oggi hanno paura

Foschi poi attacca la consigliera Alessandrini del M5s che ha criticato la convocazione della seduta, che non era a suo dire giustificata:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quindi, a suo giudizio, la commissione sicurezza del territorio non deve occuparsi della ‘sicurezza del territorio e dei cittadini’, ma forse, ipotizzo, dovrà occuparsi del sesso degli angeli o degli asini che volano. Ne prendo atto personalmente e ne prendono atto i cittadini che, ancora di più, sanno di poter contare sull’indifferenza del Movimento 5 Stelle verso le problematiche concrete, reali e quotidiane della città, a meno che non si tratti di urbanistica, edilizia o ristoranti. Ovviamente è chiara la natura strumentale di una polemica sterile, e sulla quale chiederemo l’intervento del Presidente del Consiglio comunale al fine di ripristinare il rispetto dei ruoli e del lavoro delle Commissioni consiliari permanenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Controlli nelle case per verificare se si è residenti: "Non aprite la porta, è una truffa"

  • Coronavirus in Abruzzo, calano i contagi: 52 nuovi casi, i dati aggiornati

  • Coronavirus, altre cinque vittime in Abruzzo: tre sono del Pescarese

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Coronavirus, impennata di guariti in Abruzzo: 38 pazienti hanno superato il Covid-19 nelle ultime ore

  • Coronavirus, il medico Staffilano: "Attenzione ai primi sintomi cardiologici post malattia”

Torna su
IlPescara è in caricamento