Cede la staccionata in piazza Nilde Iotti ai Colli, l'attacco di Giampietro: "Il 27 dicembre avevamo segnalato il pericolo"

La staccionata del cantiere è in parte crollata a causa del forte vento che si sta abbattendo in queste ore anche su Pescara

 Cede la staccionata del cantiere in piazza Nilde Iotti a Pescara Colli. Lo ha fatto sapere il consigliere comunale Pd Giampietro sottolineando come il forte vento che in queste ore sta sferzando anche sulla nostra città, abbia danneggiato e fatto cedere la recinzione che già da tempo sembrava essere in condizioni precarie.

E proprio il 27 dicembre scorso, in occasione di una giornata di forte vento, lo stesso Giampietro aveva segnalato agli uffici comunali e al sindaco l'imminente pericolo, ma nessuno evidentemente è intervenuto:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel pomeriggio la staccionata è caduta, rendendo ancora più pericoloso l'accesso ai palazzi ed al porticato, e rischiando che pezzi della staccionata venissero portati dal vento lungo via di Sotto, dove passa un alto numero di automobili e pedoni. La piazza Nilde Iotti attende da anni di essere completata, il centrosinistra ha stanziato le risorse necessarie a realizzare il primo lotto ma l'avvio dei lavori è stato rallentato negli ultimi mesi: questi continui episodi dimostrano che non si può aspettare un minuto di più e che dunque l'iter deve essere assolutamente velocizzato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

Torna su
IlPescara è in caricamento