Rifondazione Comunista sostiene lo sciopero proclamato dalla Filcams-Cgil

La mobilitazione è stata indetta per la giornata di domani con l'obiettivo di denunciare i turni massacranti e spesso senza protezioni cui sono sottoposti i lavoratori della piccola e grande distribuzione, in particolare dei supermercati

Rifondazione Comunista sostiene lo sciopero proclamato dalla Filcams-Cgil Abruzzo e Molise per la giornata di domani, 29 marzo, con l'obiettivo di denunciare i turni massacranti e spesso senza protezioni cui sono sottoposti i lavoratori della piccola e grande distribuzione, in particolare dei supermercati. 

Ecco cosa si legge in una nota congiunta firmata da Maurizio Acerbo, segretario nazionale Prc-Se, Marco Fars, segretario regionale Prc-Se Abruzzo, e Corrado Di Sante, segretario provinciale Prc-Se Pescara:

"Rifondazione Comunista si è sempre battuta contro le aperture selvagge e illimitate che hanno distrutto il nostro tessuto economico, a partire dal piccolo commercio. Oggi i comuni di Montesilvano e di Pescara consentono l’apertura giornaliera dalle 7 alle 21, ovvero ben 14 ore. 7 giorni su 7. È una follia già normalmente, figurarsi adesso con una pandemia in corso.

Il partito si unisce alla richiesta dei sindacati e di Confcommercio e rivolge un appello al governatore Marsilio e ai sindaci per un provvedimento omogeneo sul territorio regionale relativamente alla chiusura domenicale, l’apertura al pubblico dal lunedì al sabato con orario giornaliero ridotto (massimo 10 ore) e l’obbligo di ingresso contingentato nei negozi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Invitiamo le cittadine e i cittadini a organizzarsi per la spesa durante la settimana, abbiamo tanto tempo, a rispettare le indicazioni e ad avere rispetto per tutti gli addetti al commercio. Non è necessario fare la spesa anche di domenica - conclude la nota - Non è necessario fare la spesa a tutte le ore! È bene ricordare che chi sciopera rinuncia al proprio salario giornaliero e lo fa per il bene e la sicurezza di noi tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

Torna su
IlPescara è in caricamento