L'appello di Rifondazione: "Chiudere gli esercizi commerciali non sicuri per i lavoratori"

I vertici locali e nazionali del partito chiedono al Governo di chiudere le attività ed esercizi commerciali dove non possono essere garantite le condizioni di sicurezza al personale

Chiudere le attività commerciali come alcuni supermercati, dove da giorni i dipendenti si lamentano di non riuscire a lavorare in condizioni di sicurezza per l'emergenza Coronavirus. A parlare Corrado Di Sante segretario provinciale Prc - Se Pescara, Marco Fars segretario regionale Prc - Se Abruzzo e Maurizio Acerbo segretario nazionale Prc - Se che chiedono al Governo un intervento parlando di condizioni inaccettabili per i lavoratori per i quali prosegue il lavoro nonostante il decreto e di aziende che avrebbero proposto ai dipendenti di acquistare le mascherine a spese proprie:

Per questo abbiamo scritto a Prefetto, Asl e sindaco affinchè intervengano a constatare l’adozione di tutte le misure di sicurezza e provvedano alla chiusura temporanea, costringendo le imprese a prendere le adeguate misure per garantire le condizioni ottimali per la salute di lavoratori e utenti.

Non va dimenticato che oltre un decennio di leggi liberticide nel settore del commercio ha determinato: estrema precarietà, contratti a tempo, in somministrazione, stagisti come addetti alla cassa. Lasciare al confronto tra imprese e sindacati sui luoghi di lavoro su una materia così essenziale per la salute pubblica, laddove la sindacalizzazione dei lavoratori è molto difficile, vuol dire fare un regalo alle imprese- Vergognoso l’atteggiamento pilatesco del governo Conte. Irresponsabile lasciare soli i lavoratori nella battaglia per la sicurezza, servono obblighi, controlli, sanzioni e modifiche sostanziali, basta ricatti!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo Rifondazione, serve la cassa integrazione straordinaria e un reddito di quarantena per tutelare tutte le categorie di lavoratori, soprattutto quelle più deboli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I gilet arancioni manifestano a Pescara: “Cacciare Conte, sì a un nuovo parlamento”

  • Recuperata auto rubata a Pescara dopo inseguimento su autostrada A14 con veicolo abbandonato in discesa

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Tragedia a Città Sant'Angelo, morta una bimba di 3 mesi e mezzo

  • Febbo rassicura il settore dei giochi e scommesse: "Dalla conferenza Regioni è arrivato l'ok alla riapertura"

  • Titolare ubriaco di un locale della movida finisce nei guai: insulta e minaccia i poliziotti durante i controlli

Torna su
IlPescara è in caricamento