Prostituzione stradale e degrado, il sindaco: "Lavoriamo senza sosta"

Il primo cittadino interviene nuovamente in merito al problema della prostituzione stradale in città, dopo le continue lamentele di residenti delle zone interessate dal fenomeno

Prosegue senza sosta l'azione di contrasto al fenomeno della prostituzione stradale. Il sindaco Alessandrini è tornato sull'argomento, sottolineando come la Polizia Municipale sia costantemente in campo per elevare multe sia ai clienti che alle lucciole stesse.

Solo venerdì sono stati 16 i verbali elevati alle prostitute e 4 ai clienti, controllo fatto anche la scorsa settimana con altri verbali sempre ai clienti, perché questo è il margine di azione che abbiamo, le ripercussioni che il fenomeno ha sulla sicurezza stradale. Una situazione contemplata nelle periodiche ordinanze che noi sindaci assumiamo quando ci sono periodi particolarmente esposti, l'estate e le festività sono fra questi. Purtroppo i poteri dei sindaci in materia sono pochi e limitati, ma una repressione va fatta, soprattutto quando il fenomeno espone al degrado zone residenziali come accade nella nostra città e in realtà simili.

ARRESTATA PROSTITUTA SIEROPOSITIVA

Inoltre, il primo cittadino ha ricordato la firma del protocollo fra Abruzzo, Molise e Marche per il progetto “Asimmetrie”, contro la tratta e lo sfruttamento che coinvolge ben 155 associazioni ed enti. L'obiettivo è duplice: porre fine ad un fenomeno che spesso cela dietro realtà criminali organizzate, e restituire decoro e tranquillità alle strade cittadine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Meteo, le previsioni per Pescara e l'Abruzzo

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Torna il maltempo e arriva il Graupeln, le previsioni

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

  • Sequestrati 62 panettoni in un'industria dolciaria, titolare nei guai per tentata frode in commercio

Torna su
IlPescara è in caricamento