Nel Pescarese la "Prima giornata regionale dell'amicizia italo/russa"

A organizzare l'evento è stata l'associazione italiani amici della Russia di cui è presidente Lorenzo Valloreja

Si è conclusa con successo la "Prima giornata dell'amicizia italo-russa" che si è tenuta venerdì scorso a Loreto Aprutino.
A organizzare l'evento è stata l'associazione italiani amici della Russia di cui è presidente Lorenzo Valloreja.

Tanti coloro che hanno partecipato, oltre ai 4 sindaci e loro delegati, delle prime amministrazioni che hanno sposato la causa dell’associazione ovvero quelle di Loreto Aprutino, Montesilvano, Città Sant’Angelo e Pescara

Tra gli altri i sindaci di Carpineto della Nora (Donatella Rosini), Farindola (MariaPia Di Quinzio), Manoppello (Giorgio De Luca), Montebello di Bertona (Gianfranco Macrini), Moscufo (Claudio De Collibus), Pianella (Sandro Marinelli), Picciano (Vincenzo Catani), Silvi (Andrea Scordella) e Villa Celiera (Domenico Vespa).

Ma anche il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Zaffiri, i consiglieri regionali, Guerino Testa e Vincecco d’Incecco, l’assessore al Turismo della Regione Abruzzo, Mauro Febbo e il senatore Luciano d’Alfonso nelle vesti di presidente della Sezione Bilaterale di Amicizia Italia – Paesi Balcanici Unione interparlamentare. 

Questo il commento del presidente dell'associazione, Valloreja:

«Tutti uniti insomma, da destra a sinistra, per poter stringere la mano alla Federazione Russa, una potenza mondiale che - al di là delle critiche, delle sanzioni e delle mille e più disparate congetture ideologiche – risulta essere ancora uno dei principali e più stabili, partner dell’Italia, ma con la quale l’Abruzzo non ha ancora dei rapporti saldi e proficui come altre regioni sue consorelle. Ciò, di certo, non può essere imputato al Cremlino che, ricordiamolo, è stato uno dei principali contribuenti nella ricostruzione de l’Aquila (Palazzo Ardinghelli e la Chiesa di San Gregorio Magno) ma piuttosto alla nostra classe dirigente che in tutti questi anni non è stata in grado, ad esempio, di inaugurare un volo che riuscisse a collegare l’aeroporto d’Abruzzo almeno ad una delle principali città russe. Ed è proprio per risolvere questa questione che ho lavorato per circa un anno affinché ogni ostacolo che pregiudicasse questo importante obbiettivo venisse rimosso e, dopo la visita di Dmitry Gurin nel mese di luglio, si è riusciti a far sedere intorno ad un tavolo tutti i principali protagonisti: i sindaci dei territori interessati ad allacciare rapporti con la Russia, La Regione Abruzzo nella persona dell’Assessore Mauro Febbo, il Presidente dell’Associazione degli Italiani Amici della Russia e il Consigliere Economico dell’Ambasciata Russa, Alexey Fadeev, il quale è rimasto piacevolmente colpito dalle manifestazioni di amicizia ed ospitalità dei comuni interessati ed ha compreso ancor di più, di quanto già non conoscesse attraverso i propri report, quali e quante potenzialità ha da offrire l’Abruzzo e con essa la sua gente. Fadeev sarà senz’altro uomo chiave anche per i prossimi gemellaggi che vedranno protagoniste le nostre istituzioni e quelle russe». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Aeroporto d'Abruzzo diventa hub nazionale: sì all'allungamento della pista

  • Montesilvano, donna colpita alla testa da una pietra: la ricostruzione dei fatti

  • Incidente frontale nel Pescarese, ferita gravemente una ragazza

  • Francesco Totti a Pescara, la Rete impazzisce per il Capitano [FOTO]

  • Sequestrati 10 mila litri di gasolio, 3 persone nei guai per contrabbando di carburante

  • Pescara, Spaccio di droga al "Ferro di Cavallo": arrestate dieci persone

Torna su
IlPescara è in caricamento