Pedonalizzazione Corso Vittorio, il PD: "Bocciatura a tutto campo"

I consiglieri PD al Comune intervengono in merito all'approvazione della mozione riguardante il blocco del progetto di pedonalizzazione di Corso Vittorio Emanuele "Bocciatura a tutto campo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPescara

Una giornata tutta dedicata al progetto di pedonalizzazione di Corso Vittorio Emanuele, quella vissuta
oggi in Comune: prima la Commissione Grandi Infrastrutture che approva una “mozione” bipartisan
da presentare in Consiglio Comunale con la quale si chiede di sospendere tutta la procedura sin qui
posta in essere dalla Giunta Mascia e poi la Commissione Ambiente che invita ed ascolta l’arch. Lucio
Zazzara e il Direttore della Confesercenti, Gianni Taucci, presenti i Commissari: Lerri (La Destra),
Foschi, Pastore e D’Incecco (PdL), Del Vecchio, D’Angelo, Marchegiani e Florio (PD) e Acerbo (Rif.
Com).

Un confronto, quello della Commissione Ambiente, che avrebbe potuto e dovuto meglio approfondire
la questione soprattutto dopo aver letto sulle pagine dei giornali locali del robusto e competente
contraddittorio tenuto tra l’arch. Zazzara, che ha riproposto interamente le sue perplessità verso
questa operazione per l’assenza di una visione d’insieme ed una anacronostica scelta per un asse
viario fondamentale alla circolazione cittadina, ed il Capogruppo Foschi che, nell’imbarazzo
generale, sceglieva di fare scena muta, diversamente dall’eloquio competente e saccente sfoderato
nei lunghissimi comunicati stampa dei giorni scorsi, lasciandosi andare ad un laconico: “non
conosco bene la situazione ma credo che l’opera sia stata inserita nel Piano Triennale delle Opere
Pubbliche”.

Roba da far accapponare la pelle ma, a rinfrescare la labile memoria del Capogruppo del PdL, Foschi,
ha provveduto immediatamente il Consigliere Del Vecchio e poi gli altri consiglieri di opposizione,
tirando fuori dati e numeri degli atti assunti dalla Giunta Mascia che hanno chiarito di come l’iter
di questa opera pubblica sia giunta nella fase della procedura di gara come prevede la determina a
contrattare del Dirigente Trisi n. 2 del 09.01.2013.

A parte questa penosa scena che vede, però, i solerti consiglieri del PdL pronti ad alzare la mano
in Consiglio comunale e prodighi di lunghi comunicati stampa ma completamente afoni in tutte le
altre circostanze la Commissione Ambiente ha potuto registrare l’opinione di due rappresentanti
delle professioni e dell’economia locale che hanno confermato l’assoluta inopportunità di una
pedonalizzazione di Corso Vittorio Emanuele.

Una contrarietà motivata da più argomentazioni che brevemente si riassumono:
1. assenza di un Piano del Traffico capace di prevedere e contenere le ripercussioni di tali radicali
modificazioni;
2. anacronistica scelta di eliminare il traffico veicolare privato da una arteria costruita ed idonea
a tenere insieme, sia pure con maggiore regolamentazione, una pluralità di funzioni: veicolari,
pedonali e commerciali;
3. inopportunità e contrarietà nel convogliare qualsiasi traffico veicolare sull’area di risulta che
non sia quello strettamente necessario per accedere ai parcheggi che lì si dovranno realizzare;

4. incomprensibilità delle scelte che quotidianamente vengono partorite sulla disciplina della
circolazione stradale consistenti in un inestricabile groviglio di percorrenze nonostante la
linearità delle strade cittadine;
5. assenza di un Piano della Sosta;
6. assenza del coinvolgimento delle categorie interessate e più in generale della stessa Città per
scelte così importanti.
Una bocciatura totale da parte della “società-civile” che segue di pari passo quella espressa, oltre che
dalla opposizione, anche da ambienti della stessa maggioranza: alcuni a mezza bocca per timore di
irretire il superbo alleato di Pescara Futura, altri più apertamente come l’UDC che alterna al Sindaco
Mascia il bastone e la carota.
Ed intanto Pescara soffoca di inettitudine.
I Consiglieri del P.D.
Enzo Del Vecchio
Paola Marchegiani
Camillo D’Angelo
Florio Corneli

Torna su
IlPescara è in caricamento