Pan Pineta Dannunziana, il centrodestra: "Merito nostro l'approvazione"

Il capogruppo al Comune di Forza Italia Antonelli sottolinea come gli emendamenti del centrodestra siano stati fondamentali per approvare il documento

Un Pan per la Riserva Dannunziana efficace e preciso, approvato solo grazie agli emendamenti del centrodestra. È quanto dichiara il capogruppo al Comune di Forza Italia Antonelli assieme a Benigno D'Orazio, presidente dell'associazione "Ambiente e/è vita" che hanno fatto il punto sul piano d'assetto naturalistico della pineta approvata all'unanimità qualche giorno fa dal consiglio comunale.

Antonelli evidenzia come il contributo del centrodestra sia stato fondamentale non solo al momento del voto, ma anche in fase di realizzare del documento grazie agli importanti emendamenti presentati ed approvati dai partiti d'opposizione:

PINETA, APPROVATO IL PAN

In particolare abbiamo concentrato la nostra attenzione sulla coerenza del Piano alla Carta Europea del Turismo Sostenibile, sulla valorizzazione ambientale degli interventi e abbiamo restituito alle concessioni balneari che sono dentro il PAN della Riserva pari opportunità rispetto alle altre attività demaniali

D'Orazio invece sottolinea come il Pan sia realmente operativo, con tre punti fondamentali:

"Modulare l’azione della Riserva in relazione ai principi della Carta Europea del Turismo sostenibile, ed è un fatto importante perché contiene la necessità di una certificazione dei processi attribuita in relazione alla capacità di coinvolgere le forze produttive della città nel percorso di crescita e sviluppo della Riserva.

In secondo luogo l’Educazione al benessere: noi pensiamo che debba esservi un’educazione ambientale generale obbligatoria nelle scuole, ma soprattutto che tale Educazione sia caratterizzata anche dalla corretta alimentazione e da un corretto stile di vita, che oggi potrebbero permetterci di cancellare il 43 per cento dei tumori.

Infine la tutela e il rispetto della cultura locale:ovvero, in un’epoca di globalizzazione, noi vogliamo che nelle scuole vengano ribaditi i nostri principi e il rispetto delle nostre tradizioni e in tal senso il PAN può prevedere delle convenzioni specifiche con le scuole"

D'Orazio poi sottolinea la caratterizzazione ambientale degli stabilimenti balneari, che permetterà probabilmente di superare anche il blocco della Bolkesein, dando responsabilià ai balneatori sul demanio valorizzando l'aspetto ambientale.

Per i balneatori tale soluzione potrebbe anche rappresentare il Piano B che li responsabilizza, con la possibilità di avere concessioni rinnovate nel tempo in relazione ai progetti ambientali approvati dai Comuni

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Studentessa di Pescara scampata all'attentato di Strasburgo

  • Montesilvano

    Montesilvano: spaccio e violenza sessuale, sgominata baby gang

  • Cronaca

    Spoltore, ragazzina di 12 anni investita da un'auto

  • Attualità

    Rubinetti a secco in vari paesi del Pescarese, ecco dove

I più letti della settimana

  • Film su Gabriele D'Annunzio: si cercano 200 comparse a 90 euro al giorno

  • È morto Dj Alceste, stroncato da un ictus

  • Scoperto e denunciato a Pescara un falso nutrizionista, studio sotto sequestro [FOTO-VIDEO]

  • Incidente a Milano: morto un 23enne del Pescarese, era studente al Politecnico

  • Bimba travolta dall'acqua bollente della pentola, è grave

  • Insegue anziano di 100 anni dalle Poste a casa e lo aggredisce per rapinarlo [VIDEO]

Torna su
IlPescara è in caricamento