Ospedale di Popoli, Sospiri: "Dal 2020 inizierà la rinascita"

Il presidente del consiglio regionale ha effettuato un sopralluogo sul posto ed ha annunciato l'apertura di una serie di cantieri per la riqualificazione e messa in sicurezza del nosocomio

Nel 2020 l'ospedale di Popoli inizierà un percorso di rinascita e potenziamento, che porterà all'apertura di un centro di riabilitazione fra i più innovativi ed importanti del centrosud. Lo ha fatto sapere il presidente del consiglio regionale Sospiri, che si è recato sul posto per un sopralluogo.

Sospiri ha fatto presente che sono già stati appaltati diversi lavori ma nel corso dei prossimi mesi ci sarà un investimento complessivo di 15 milioni di euro per l'ospedale che rischiava di chiudere e di essere pesantemente ridimensionato a causa del piano di riorganizzazione sanitaria del centrosinistra. Due le opere già partite, ovvero lo spostamento del centralino e della farmacia, che saranno ultimati entro il gennaio 2020. A breve partiranno anche i lavori di adeguamento sismico:

Con il nuovo anno nella struttura sanitaria spunteranno ovunque cantieri: intorno a febbraio dovrà partire il primo blocco dei lavori per il miglioramento sismico del Corpo C2 dell’Ospedale, per una somma pari a 1milione 102mila euro, opera da ultimare in 18 mesi. Cinque gli interventi per i quali esistono già i progetti esecutivi, attualmente in corso di aggiornamento tecnico-finanziario, ovvero i lavori di ristrutturazione dei locali prima occupati dalle suore che andranno a ospitare la palestra del primo modulo di Riabilitazione di Alta Intensità, inizio previsto per marzo, con ultimazione in 4 mesi, per una spesa di 500mila euro complessivi, per ora in bilancio sono già disponibili 180mila euro, nella prossima finanziaria individueremo gli altri 320mila euro; i lavori di ristrutturazione dei locali del piano seminterrato per la creazione di uno spogliatoio unico per il Centro di Riabilitazione, costo previsto 250mila euro da iniziare per marzo e chiudere in tre mesi; già impegnata la somma di 2milioni 650mila euro per la ristrutturazione del Corpo 1B, oggi interdetto per la necessità del suo miglioramento sismico e l’adeguamento edile- impiantistico, opera da aprire entro maggio e chiudere in 9 mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 2012 al via la ristrutturazione del corpo C2 per le attività di riabilitazione delle cerebropatie acute, e la realizzazione nell'ex scuola media al piano terra, dell'Hospice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Tragedia a Scafa: schianto mortale per un motocilista lungo la sp63

  • Autostrada A14 nel caos, 8 km di coda prima del casello di Pescara Nord/Città Sant'Angelo

  • Collecorvino, moto contro auto: giovane trasportato in elicottero a Pescara

Torna su
IlPescara è in caricamento