Maltempo e scuole chiuse, la Lega di Pescara chiede le dimissioni di Alessandrini

Vincenzo D'Incecco, capogruppo al comune della Lega, chiede le dimissioni del primo cittadino pescarese per la cattiva gestione dell'emergenza maltempo per la chiusura delle scuole

Dimissioni immediate per la cattiva gestione della questione scuole e maltempo. Vincenzo D'Incecco, capogruppo al comune per la Lega con Salvini, attacca il primo cittadino pescarese in merito alle polemiche scatenate dall'ordinanza di ieri mattina per la chiusura delle scuole, prorogata anche alla giornata di oggi.

MALTEMPO, SCUOLE CHIUSE ANCHE IL 23 OTTOBRE

Secondo D'Incecco, si tratta di una scelta sbagliata e priva di senso, che ha creato il caos nelle scuole e nelle famiglie pescaresi che ieri mattina avevano in molti casi già lasciato i figli a scuola, ed oggi si sono trovati a dover risolvere il problema delle scuole chiuse nonostante le previsioni indicassero un deciso miglioramento già nella mattinata.

"Una semplice ordinanza, assolutamente inopportuna, ha trasformato una giornata di pioggia in un ‘giorno di ordinaria follia’, senza contare che molti studenti alla fine sono dovuti tornare a casa a piedi, da soli, sotto la pioggia, a partire dalle centinaia di pendolari che comunque hanno dovuto attendere l’ora di pranzo prima di riprendere il primo bus disponibile e trascorrendo la giornata a ciondolare

Peggio ancora oggi, se possibile: tutte le previsioni meteo avevano annunciato la fine del maltempo, eppure il sindaco Alessandrini ha disposto anche per stamattina la chiusura di tutti gli Istituti e nessuno ne ha compreso le ragioni. Chiaramente quanto accaduto non può più considerarsi come l’ennesima scelta politico-amministrativa sbagliata, un errore ‘umano’, qui occorre cominciare a capire se il sindaco Alessandrini amministra contro la città, come parrebbe dopo quattro anni e mezzo di esperimenti, o per la città, cosa di cui oggi tutti dubitiamo.

D'Incecco poi sottolinea come si siano allagate le zone dove sono stati realizzati i lavori antiallagamento, una delle bandiere dell'attuale amministrazione comunale e per questo presenterà una mozione per chiedere spiegazioni durante la prossima seduta del consiglio comunale.

I ruoli impongono responsabilità, non si doveva aspettare che la situazione precipitasse per firmare un’ordinanza annunciata su Facebook a un orario che poteva benissimo essere anticipato nel rispetto dei pendolari e di genitori preoccupati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enrico Remigio di Scafa arriva a quota 300mila euro a "Chi vuol essere milionario", resta solo la domanda da un milione

  • Alla guida sotto effetto dell'alcol, fantasiosa giustificazione di un professionista pescarese: "Mi hanno messo pillola nel bicchiere"

  • Dramma a Montesilvano, acqua bollente cade su un bimbo di 16 mesi e lo ustiona: è grave

  • Incidente ai Colli, perde il controllo dell'auto e si schianta contro fuoristrada facendolo ribaltare [FOTO]

  • Pescara, sciolto il nodo allenatore: arriva Di Biagio

  • Carica una prostituta e fa uno scontro frontale, lei finisce in ospedale

Torna su
IlPescara è in caricamento