Liliana Segre, il sindaco Masci replica alle polemiche: "No agli slogan di partito"

Il primo cittadino pescarese replica alle polemiche mosse dopo il suo commento per la bocciatura della proposta di cittadinanza alla senatrice ed attacca: "Respingo ogni provocazione e ogni bassa insinuazione"

No a basse strumentalizzazioni, slogan di partito ed insinuazioni. Il sindaco di Pescara Masci interviene e replica alle polemiche riguardanti il suo commento alla bocciatura della proposta, avanzata dall'opposizione comunale, di conferire alla senatrice a vita Liliana Segre la cittadinanza onoraria, dopo gli attacchi e le minacce che hanno portato all'assegnazione di una scorta alla donna sopravvissuta ai campi di sterminio nazisti.

Il primo cittadino respinge ogni provocazione e "bassa insinuazione" e si affida alla lettura di un comunicato in quanto le sue parole di ieri sarebbero state strumentalizzate in modo vergognoso:

"Da sindaco di Pescara sarei onorato e fiero di annoverare come concittadina una personalità come Liliana Segre, ma allo stesso tempo non posso non rilevare che​tale concessione deve consolidare un legame preesistente e non può calare dalla rutilante iniziativa estemporanea di una consigliera comunale".

La vicenda della senatrice Liliana Segre, testimone vivente dell'orrore della Shoah e dei rigurgiti di antisemitismo via web - aggiunge - è una cosa troppo seria per farne oggetto di una sterile e soprattutto strumentale polemica politica. E appunto per questo trovo degno del teatro dell'assurdo e indegno della coscienza civile alimentare un dibattito su un argomento sul quale tutti siamo e dobbiamo essere d'accordo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Masci ha proseguito aggiungendo che la questione della cittadinanza onoraria alla Segre non può essere lanciata su un tavolo per semplici motivi emozionali e politici, sminuendo in questo modo il ruolo stesso e l'importanza della cittadinanza onoraria. Ricordiamo che Fratelli d'Italia si era detta favorevole al conferimento della cittadinanza alla senatrice, mentre Spoltore con il sindaco Di Lorito si era detta pronta ad approvare in consiglio comunale una mozione per dare lo stesso riconoscimento nel comune del Pescarese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il bagno con la mascherina e rischia di morire soffocato: paura sul lungomare nord di Pescara

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Segue ed infastidisce una ragazza in pieno giorno a Villa Raspa di Spoltore: nuovo episodio di delirio per un giovane

  • Scontro frontale auto-scooterone: tre feriti, due sono gravi [FOTO]

  • Scontro frontale tra auto e scooterone vicino all'aeroporto: gli aggiornamenti

  • Incidente all'alba a Catignano: scontro auto - moto, un morto

Torna su
IlPescara è in caricamento