Dalla Lega abruzzese una proposta di legge per l'emergenza Covid19: "Stop a bolli, pace legale e fondi per partite iva"

Il gruppo consiliare regionale della Lega Salvini Premier - Abruzzo ha presentato una serie di proposte per rilanciare l'economia e tutelare cittadini ed imprenditori dopo la fine dell'emergenza sanitaria

Una serie di misure da attuare per rilanciare l'economia abruzzese quando l'emergenza sanitaria da Coronavirus sarà finita, e per tutelare piccole imprese e lavoratori autonomi che rischiano di rimanere definitivamente schiacciati dopo settimane di mancati introiti.

Il gruppo consiliare Lega- Salvini premier della Regione Abruzzo ha presentato una proposta di legge per attivare misure urgenti e straordinarie per l'economia e l'occupazione abruzzese. L'approvazione della legge è prevista per il 1 aprile, dopo i passaggi nelle relative commissioni. Il testo è stato modificato rispetto a quello presentato dieci giorni fa per il diverso quadro e contesto globale, con il blocco quasi totale delle attività produttive e commerciali, l'aumento dei contagi nella Regione  ed il ddl "Cura Italia, oltre alla sospensione del patto di stabilità e la deroga ai limiti degli aiuti di Stato da parte dell'Europa.

Il pacchetto di proposte comprende:

  •  La sospensione fino al 30 novembre 2020 del pagamento e della riscossione di bolli ed ogni altro tributo regionale
  • - La sospensione per la stessa data del pagamento dei ratei di mutuo e finanziamenti vari nei confronti della regione e degli enti collegati
  • - L’utilizzo dei fondi di derivazione nazionale ed europea prioritariamente a favore di imprese, partite iva e famiglie in difficoltà
  • - L’autorizzazione alla spesa in deficit fino al 30 novembre 2020 per far fronte alla crisi in atto
  • - La dichiarazione di indifferibilità ed urgenza degli interventi per l’economia e l’occupazione, con superamento di tutti i vincoli burocratici regionali
  • - La pace legale degli enti pubblici regionali con le imprese locali
  • - L’utilizzo di documenti digitali in luogo di quelli cartacei per evitare lo spostamento da casa degli utenti

Importante anche il fondo da 6 milioni di euro per piccole imprese e lavoratori autonomi, con contributi a fondo perduto fino a 5000 euro e per il 40% dell'importo per l'acquisto di beni diurevoli, ottenuto con semplice autocertificazione e titolo di pagamento del bene per ottenere dalla ragioneria della Regione il rimborso.

Si tratta ovviamente di una prima misura, il resto, per centinaia di milioni di euro, arriverà dalla rimodulazione dei fondi disponibili, grazie anche all’apporto del gruppo di lavoro di esperti che aiuterà la Regione a compiere al meglio il proprio compito in materia.

La Lega chiede la costituzione del gruppo di lavoro già il prossimo 1 aprile con scelte forti, concrete e condivise.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Già dal Consiglio Regionale dello scorso 3 marzo avevamo scritto che ci saremmo occupati in questo periodo  solo dell’emergenza corona-virus sia sul piano sanitario che per quello economico-sociale: così abbiamo fatto e così continueremo a fare

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il bagno con la mascherina e rischia di morire soffocato: paura sul lungomare nord di Pescara

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Segue ed infastidisce una ragazza in pieno giorno a Villa Raspa di Spoltore: nuovo episodio di delirio per un giovane

  • Coronavirus, sette nuovi contagi accertati in Abruzzo: tre sono nel Pescarese

  • Coronavirus, tornano a salire i nuovi casi in Abruzzo: sei nelle ultime 24 ore, i dati aggiornati

  • Addio a Donna Tina, la regina delle pizzette tonde pescaresi [FOTO]

Torna su
IlPescara è in caricamento