Incendio a Villa Serena con due morti, il caso finisce in Parlamento

Infatti il senatore Gianluca Castaldi del Movimento 5 Stelle ha presentato un'interrogazione al ministro della Salute Giulia Grillo

L'incendio che ha provocato il decesso di due dei pazienti del reparto psichiatrico della clinica privata "Villa Serena" di Città Sant'Angelo finisce in Parlamento.
Infatti il senatore Gianluca Castaldi del Movimento 5 Stelle ha presentato un'interrogazione al ministro della Salute Giulia Grillo.

Castaldi nell'interrogazione ha evidenziato le norme vigenti per la struttura sanitaria, le quali avrebbero dovuto impedire l'insorgere di un incendio: il divieto assoluto di fumare, i rilevatori di fumo, i materassi ignifughi, l'adeguata presenza di personale qualificato, sia in termini di quantità che di qualità, nonché il rispetto della normative presenti a livello regionale.

Questo quanto chiede al ministro Grillo il senatore pentastellato:

«Come intenda intervenire affinché sia verificato il rispetto di quanto stabilito dai riferimenti normativi e amministrativi indicati, facendo chiarezza su quanto accaduto, e in particolare: se i pazienti presenti nella struttura erano in numero tale da rispettare gli standard autorizzativi, oppure erano in misura maggiore; se il personale impiegato era in numero adeguato ad assicurare il rispetto dei parametri previsti dalla legge, visto che la struttura in questione è remunerata a 'tariffa riabilitativa psichiatrica'; se la struttura era munita di tutti le misure di sicurezza antincendio, materassi ignifughi e ogni altro oggetto a norma».

«Nell'interrogazione chiedo al ministro», conclude il pentastellato, «di valutare verifiche sull'effettivo rispetto di tutti parametri di sicurezza previsti per legge, insieme ad una sollecitazione nei confronti della Regione Abruzzo per un controllo delle strutture psicoriabilitative presenti sul nostro territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per l'Abruzzo e il Pescarese: le previsioni e il bollettino

  • Enrico Remigio di Scafa arriva a quota 300mila euro a "Chi vuol essere milionario", resta solo la domanda da un milione

  • Alla guida sotto effetto dell'alcol, fantasiosa giustificazione di un professionista pescarese: "Mi hanno messo pillola nel bicchiere"

  • Incidente ai Colli, perde il controllo dell'auto e si schianta contro fuoristrada facendolo ribaltare [FOTO]

  • Carica una prostituta e fa uno scontro frontale, lei finisce in ospedale

  • Virus cinese: le indicazioni del Ministero della Salute anti-coronavirus

Torna su
IlPescara è in caricamento