Ecoemme, Cordoma si difende dalle accuse: "Mai favorito nessuno"

Il sindaco di Montesilvano Pasquale Cordoma si difende dalle presunte accuse che lo vedrebbero coinvolto nell'inchiesta riguardante la Ecoemme: "Sono sorpreso ed amareggiato, ma confido nel lavoro della Procura. Io non ho mai favorito nessuno"

"Non comprendo le ragioni del mio coinvolgimento nella vicenda soprattutto perché non ho mai inteso favorire qualcuno, operando sempre nel rispetto della legalità."

Queste le dichiarazioni del sindaco di Montesilvano Cordoma, che ha voluto replicare alle presunte accuse che lo vedrebbero coinvolto nell'indagine della Procura sulla gestione della società Ecoemme.

Il sindaco si dice sorpreso ed amareggiato per la notizia diffusa sulla stampa locale, sostenendo di essersi attivato fin da subito, dopo l'insediamento in Comune, per chiarire i i criteri utilizzati dalla precedenti Amministrazioni per l’individuazione del socio privato Ecoemme.

Non solo, lo stesso Cordoma ha dichiarato di aver inviato un esposto alla Procura stessa allo scopo di accertare eventuali condotte di rilievo penale nella gestione della società.

"Confido nel lavoro celere ed efficace della magistratura, che chiarirà in breve tempo la mia posizione. Io sono sempre stato dalla parte dei cittadini" conclude Cordoma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ristoratrice pescarese Marilena Di Stilio del locale "La Pecora Nera" si lancia nel mondo dei film per adulti

  • Cadavere di un uomo rinvenuto in un'automobile nell'area di risulta - FOTO -

  • Muore davanti alla moglie incinta ed alla figlia: dramma a Montesilvano

  • Pescara dà l'ultimo saluto alla storica edicolante del centro Mirella Mattioli

  • Rissa in via Verrotti a Montesilvano, intervengono forze dell'ordine e ambulanza

  • Giovane si lancia dal balcone per gioco e finisce in ospedale in gravi condizioni

Torna su
IlPescara è in caricamento