Il PD sul bilancio comunale: "Nessun buco, c'è un avanzo di 6 milioni di euro"

"Il mondo è pieno di buchi, il Comune di Pescara no". Questo lo slogan del gruppo consiliare del PD che nel corso di una conferenza stampa ha voluto commentare la questione del presunto buco in bilancio denunciato dall'attuale amministrazione. "Città ferma, siamo preoccupati per il futuro"

Il gruppo consiliare del PD è intervenuto questa mattina in merito alla questione del presunto buco di bilancio ereditato dall'attuale amministrazione.

Con lo slogan "Il mondo è pieno di buchi, il Comune di Pescara no", il gruppo d'opposizione ha smentito la presenza di un disavanzo, dichiarando anzi la presenza di un saldo attivo di oltre 6 milioni di euro.

"La questione del bilancio è una strumentalizzazione. Smentiamo nella maniera più categorica la presenza di un buco nelle casse comunali. I fatti, i documenti lo certificano: c'è un avanzo di ben 6 milioni di euro, tanto da far meritare al Comune di Pescara un premio di oltre 700 mila euro. La stessa agenzia internazionale Fitch promuove Pescara con il massimo dei voti. La verità è che manca una seria programmazione, abbiamo una giunta ed un sindaco assenti e litigiosi" ha dichiarato il capogruppo Alessandrini.

Moreno Di Pietrantonio, sottolinea come nella giornata di ieri sia stato approvato all'unanimità il progetto del Ponte Nuovo: "Abbiamo voluto votare la delibera per salvare l'opera. Il 10 dicembre prossimo scade infatti la convenzione con l'Anas per ottenere i fondi per il Ponte. Circa 5 milioni di euro indispensabili. I tempi sono stati allungati troppo, siamo al limite."

"Riguardo la questione di Attiva, non ha motivazioni valide ed urgenti la fretta del centrodestra nell'approvare la modifica allo statuto per passare all'amministratore unico, che tra l'altro potrebbe aprire contenziosi ed ulteriori spese aggiuntive per le casse comunali" conclude Di Pietrantonio.

Antonio Blasioli parla di un'amministrazione cervellotica, e sottolinea come grazie all'intervento dell'opposizione nella rimodulazione dei fondi per la realizzazione del Ponte, si sia potuta salvare la delibera e quindi procedere comunque alla realizzazione del progetto, nonostante i fondi in meno che arriveranno dalla Regione.

"Mancano 12 giorni all'inaugurazione del Ponte del Mare, un'opera straordinaria e fondamentale per la nostra città. Non conosciamo ancora le intenzioni dell'amministrazione riguardo la cerimonia, speriamo solo che sia all'altezza di un progetto che molte città in Italia ed Europa ci invidiano" conclude Blasioli.

"Pescara è una città ferma. Ci sono 7 milioni di euro di mutui già contratti per lavori che non sono ancora partiti. E' assurdo, da gennaio pagheremo interessi per cantieri non ancora attivi. Siamo seriamente preoccupati per il futuro" dichiara D'Angelo.

"Il 30 novembre scade il termine per presentare l'assestamento di bilancio. Quello sarà il momento della verità, in cui verrà fuori il saldo attivo nelle casse del Comune, a differenza delle dichiarazioni delle scorse settimane della Giunta in merito a buchi e debiti assolutamente inesistenti" dichiara Fusilli.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rispetto delle misure anti coronavirus, l'Abruzzo è tra le regioni più virtuose

  • Controlli nelle case per verificare se si è residenti: "Non aprite la porta, è una truffa"

  • Coronavirus in Abruzzo, calano i contagi: 52 nuovi casi, i dati aggiornati

  • Coronavirus, altre cinque vittime in Abruzzo: tre sono del Pescarese

  • Coronavirus, Marsilio estende la zona rossa speciale anche all'area vestina: i comuni interessati

  • Coronavirus, impennata di guariti in Abruzzo: 38 pazienti hanno superato il Covid-19 nelle ultime ore

Torna su
IlPescara è in caricamento